20 Ritratti Disumani

Che succede se un biologo con la passione per gli insetti scopre di avere anche un’altra passione per l’arte e la pittura? Nascono opere d’arte paradossali e ironiche come i 20 Ritratti Disumani attualmente esposti al Museo dell’Arte Classica della Sapienza Università di Roma.

Si tratta di 20 quadri realizzati da Niccolò Falchi, biologo ormai da tempo prestato all’illustrazione scientifica (è disegnatore all’Istituto di Zoologia della Sapienza dal 1980), che da qualche anno si cimenta anche nella pura espressione artistica.

Scopo dichiarato dell’artista è quello di nobilitare gli insetti, spesso bistrattati, e ridimensionare l’essere umano, troppo spesso invece considerato padrone assoluto del mondo. Per questo nei suoi ritratti i volti umani, onnipresenti nella società attuale con la mania del selfie e dell’autorappresentazione, sono sostituiti con quelli, normalmente nascosti, di esseri infinitamente più piccoli. Nascono così quadri a metà tra il ritratto rinascimentale e la pittura surrealista, in questo caso resi ancora più paradossali dal contesto in cui sono inseriti: la Sala di Pergamo della Gipsoteca dell’Università, a contatto e in contrasto con le bianche e imponenti statue ellenistiche.

Unendo due realtà piuttosto incompatibili tra loro, l’artista crea “immagini focalizzate, insieme, sulla raffigurazione simbolica e metamorfica dell’animalità umana e dell’umanità animale, in una sintesi apparentemente impossibile e invece efficacissima e coinvolgente” – per riprendere le parole del Prof. Paolo Aldo Audisio, Direttore del Museo di Zoologia della Sapienza- immedesimandosi nei suoi soggetti come un nuovo Gregor Samsa (come egli stesso si definisce) e trascinando il pubblico in un mondo di kafkiana o anche ovidiana memoria.

La mostra sarà visitabile ancora per un’altra settimana, fino al 29 marzo 2019, e il catalogo è scaricabile sul sito del Polo Museale Sapienza.

Niccolò Falchi – 20 Ritratti Disumani
Fino al 29 marzo 2019
Museo dell’Arte Classica
Sapienza Università di Roma
Edificio di Lettere, Piazzale Aldo Moro 5

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*