Slide thumbnail

Direttore responsabile:
STEFANO CARIELLO

Responsabile di redazione:

ANGELICA GIOELINO

GIACOMO DESSI'

VALENTINA MARTINOLI

CATERINA PINNA

DIEGO SALVATI

Vicedirettore:
MARZIO LA CONDANNA

SARA COSTA

MARIA ELISABETTA FODDAI

CHIARA COTTONE

CAMILLA FERRARIO

FEDERICA MELONI

Storico dell'arte, giornalista,
riabilitatore spirituale e materiale di se stesso e gli altri.
Non sono nulla di tutto ciò, sono solo D'io (perché Egli è morto)

L'arte contemporanea, un universo di concetti difficili da capire
se non si ha la chiave giusta...
il mio obbiettivo è trovare quella chiave

Sono uscito da un utero nel 1990, non è stato un bel periodo per nascere
perché la mia infanzia è stata segnata dal Bagaglino,
ma oggi le voci nella mia testa mi dicono che ormai il peggio è passato e
che devo dedicarmi all’arte

Aspirante medium, offro la mia voce
e la mia penna allo Spirito dell'Arte.
Sempre alla ricerca di qualcosa, amo perdermi.
Perché solo nel bello poi mi ritrovo.

Ho da sempre coltivato una grande passione per l'arte.
E' stata il ponte culturale tra la mia anima russa e la mia anima italiana.
Davanti a un'opera mi sento sempre a casa.

Non è vero che siamo quello che mangiamo,siamo quello che amiamo.
E io amo: l'Antropologia, la poesia di William Blake, la Belle Epoque,
i borghi medievali, Francesco Totti, vedere l'alba, l'odore dei libri,
i ritratti fotografici e l'Estathè al limone.

L’arte è il principio e la massima espressione di una cultura.
Occuparsi d’arte contemporanea è una scelta verso una consapevolezza realistica
di se e del contesto della propria esistenza.

#Art Curator #matrice 100% contemporanea
#amante del bello in tutte le sue forme
#concePTualmente aperta al dialogo #dalla prospettiva razionale

Arte, cultura e bellezza,
uniscono le persone, aprono la mente, arricchiscono l'anima.
Spianano la strada per il nostro futuro.

Nelle varie forme dell’essere ho scelto me stessa:
impacciata, ironica e in continua ricerca di sé.
Con l’immagine di un mondo senza distanze, vivo l’irrequietezza di essere in ogni luogo
con l’arte nelle tasche e la libertà nelle mie mani.

Curiosa, confusa, bella come l'incontro fortuito
su un tavolo di dissezione
di una macchina da cucire e di un ombrello.

Perennemente indecisa su tutto, curiosa, emotiva e...Arte!
Vedo arte ovunque e la cosa non mi dispiace affatto,.
anzi...mi rasserena.

© Copyright - Artecracy.eu - All Rights Reserved