Pubblicati da Giacomo Dessì

Shirin Neshat: l’antitesi del femminismo occidentale

Siamo ormai abituati, forse meglio dire assuefatti, dal femminismo in salsa occidentale. Siamo convinti che la maniera migliore per vivere sia la nostra e guardiamo al medioriente come un posto in cui la donna viene continuamente soffocata dalle restrizioni cultural-religiose. Il nostro etnocentrismo è alimentato da una visione parziale che i mezzi d’informazione hanno sempre […]

WARAL, la Street Art che fa sognare Varallo

Il progetto Waral, ideato e curato da Alessandro Dealberto, è un’iniziativa che valorizza il ruolo della Street Art in funzione della riqualificazione urbana. La città di Varallo ha colto brillantemente il valore dell’idea e ha dato vita a una kermesse che si appresta a trasformare il piccolo centro piemontese in un museo a cielo aperto. […]

Da Vito Acconci a Milo Moirè: com’è cambiata la percezione della Body Art ai tempi di Two girls one cup

La Body Art è certamente la forma d’arte più controversa del panorama moderno. L’utilizzo diretto del proprio corpo per fini artistici si traduce molto spesso in performance oltraggiose che superano il limite della decenza. Chi frequenta i social network ricorderà sicuramente lo scalpore che fece nel giugno 2016 l’artista svizzera Milo Moirè, arrestata a Londra […]

Il campo di battaglia di Rudolf Stingel

La creazione di uno spazio espositivo che sia funzionale alla collezione è sempre un punto molto delicato nella progettazione di una mostra. Tutto deve essere armonioso e anche una scelta apparentemente banale come il colore delle pareti è frutto di attenti ragionamenti. Rudolf Stingel lo sa bene e infatti è riuscito a fare dello spazio […]

L’esposizione è un gioco: Cornelia Baltes

Cornelia Baltes è una delle migliori rivelazioni di questo decennio. L’artista tedesca si è fatta conoscere per la sua eccezionale espressività creativa resa attraverso segni semplici e forme giocose. La sua vena irriverente si manifesta non solo con un continuo dialogo tra pittura e scultura, dove alcune volte le due cose vanno praticamente a coincidere, […]

Nasce, cresce, si riproduce e rinasce: la Op Art

L’Optical Art sviluppata negli anni ’60 è uno di quei fermenti artistici che è riuscito a permeare talmente a fondo nel gusto della società da divenire un vero e proprio cult, capace di portare importanti strascichi fino agli anni ’90 e riguadagnare definitivamente popolarità con l’era digitale. Un’arte fatta di effetti ottici ottenuti grazie ad […]

Operare su più fronti: Jean-Luc Moulène

Jean-Luc Moulène nasce come fotografo ma alla fine degli anni Novanta approda a nuovi linguaggi come disegno, pittura e scultura. Diventa così un artista a 360° con una carriera sempre in ascesa, fino a diventare uno degli artisti internazionali più quotati. Particolarmente interessanti sono i risultati che Moulène ottiene con la scultura, dove si dimostra […]

Non è un provocatore come tanti: Robert Gligorov

Dissacrare è un’arte, probabilmente una delle più difficili. Sempre in bilico tra il colpo di genio e il cattivo gusto Robert Gligorov appartiene a quella categoria di artisti che hanno fatto della provocazione esagerata il leitmotiv delle proprie creazioni. L’impatto che le sue opere hanno sul pubblico è sempre molto forte, davanti alle sue trovate […]

Tremendamente originale: Jon Inoue

La bellezza della grafìa giapponese e l’influenza che tale scrittura ha suscitato nell’arte sono assai note. Basti pensare a tutti quegli artisti, come ad esempio Mark Tobey, che hanno fatto dell’immediatezza del gesto la prerogativa delle loro creazioni e che hanno preso spunto direttamente o indirettamente dalla cultura dell’estremo oriente. Jun Inoue è un artista […]