Weltanschauung

La rubrica Weltanschauung è dedicata all’intuizione del mondo, alle disquisizioni intorno al modo in cui individui o gruppi sociali considerano l’arte, l’esistenza, e la posizione dell’uomo in tale crogiolo. Weltanschauung è la visione del mondo del singolo artista e della corrente resa palese nell’opera d’arte.

L’arte è una forma di comunicazione complessa che esprime molteplici elementi, così tanti da essere veicolo dell’immagine del mondo. Una serie di opere o l’insieme dell’intera produzione di una vita parlano dell’intimità dell’autore e della sua sensibilità; del suo rapporto con la società, quindi di politica; dello scopo del suo lavorare e della sua esistenza, quindi di filosofia; di cosa ritiene bello o piacevole, quindi di gusto; di passioni, ossessioni, speranze, auspici e ancora altro.

Chiara Fumai. L'illusione della provocazione

/
Pur amando alla follia l’arte contemporanea spesso capita di…

Public Art. L'arte fuori dai musei

/
Public Art: arte pubblica di commissione, nata negli anni ’60. L’arte entra a far parte del tessuto sociale e della struttura urbana delle città.

Imagine. Nuove immagini nell’arte italiana 1960-1969: verso il superamento del monocromo

/
La mostra Imagine. Nuove immagini nell'arte italiana 1960-1969, a cura di Luca Massimo Barbero presso il museo Peggy Guggenheim di Venezia, è un’inedita lettura dell’arte italiana attraverso gli anni ’60, che intende analizzare la nascita della nuova immagine e, soprattutto...

Boccioni 100, l'inizio dell'arte contemporanea

/
La mostra milanese "Boccioni 100 Genio e memoria", frutto di un progetto comune tra il Castello Sforzesco, il Museo del Novecento e il Palazzo Reale, portato avanti in occasione del centenario dalla scomparsa del grande artista, testimonia l'evoluzione boccioniana grazie alla precisa dicotomia creata con le distinte sezioni "il giovane Boccioni (1906-1910)" e "Boccioni futurista: pratica e teoria (1911-16)".

TOILET PAPER. UNA FACTORY TRA PROVOCAZIONE E KITCH

/
Toilet Paper mette in scena con gli scatti di Pierpaolo Ferrari le immagini che rendono reali idee, perversioni e stati d’animo di Maurizio Cattelan.

Sesso, droga e il clichè dell’artista maledetto

/
All’immagine dell’artista, è sempre associato un modo di essere bizzarro, composto da una vita movimentata e atteggiamenti sopra le righe, un clichè

Tatuare è un arte?

/
Il tatuaggio viene snobbato dall’arte accademica, ha carattere popolare, diffusione e proprietà di status symbol, come il design che invece è una delle ultime frontiere

Madre Russa: tra letteratura ed arte

/
La pittura russa diventa, come in letteratura, una delle espressioni ideali della cultura del Paese...

La Prima Guerra Mondiale e l’arte

/
Compositori, musicisti, pittori, scrittori, poeti, filosofi, registi, giornalisti - l’elenco può ancora proseguire - tutti contribuirono con le proprie opere ad accrescere l’entusiasmo nei confronti della guerra, a mobilitare le masse e a “giustificare” moralmente il conflitto.

3 motivi per odiare l’iperrealismo

/
L’iperrealismo è una forma d’arte molto apprezzata, la gente comprende subito la perizia tecnica che c’è dietro e la precisione millimetrica tenuta dall’autore. E allora perché non dovrebbe piacere a qualcuno? Ecco 3 motivi: