Claudio Imperatore. Messalina, Agrippina e le ombre di una dinastia

Va in scena presso il Museo dell’Ara Pacis di Roma il racconto della vita dell’Imperatore Claudio, a cui è dedicata la mostra Claudio Imperatore. Messalina, Agrippina e le ombre di una dinastia, a cura di Claudio Parisi Presicce e Lucia Spagnuolo, con la collaborazione di Orietta Rossini.
La tappa romana segue quella francese, terminata il mese scorso presso il Musée des Beaux-Arts de Lyon: è proprio in questa città, il cui nome nell’antichità era Lugdunum, che Claudio nacque nell’agosto del 10 a.C.
La sua storia è ricca di intrighi e colpi di scena, e ben si inserisce nelle complesse vicende della dinastia giulio-claudia: divenuto imperatore a cinquant’anni, dopo le tragiche morti dei suoi predecessori (il fratello Germanico morì cadendo da cavallo, e suo figlio, Caligola, venne assassinato). Si sposò ben quattro volte, e la più nota delle sue consorti fu senza dubbio Messalina, più giovane di lui di 35 anni, famosa per il suo comportamento licenzioso e i facili costumi, madre di Britannico, il primo erede maschio di questa dinastia a nascere da un imperatore regnante. Claudio morì nel 54 d. C. per mano dell’ultima moglie, Agrippina, figlia di Germanico e sorella di Caligola; al suo posto salì al trono figlio di lei, il celebre Nerone.
La mostra intende raccontare la storia di questo imperatore sotto nuovi punti di vista, sottolineandone l’operato politico, legislativo ed amministrativo.
Tra le opere esposte, provenienti da importanti musei italiani e internazionali come il Musée du Louvre, i Musei Vaticani, il Kunsthistorisches Museum di Vienna e il British Museum di Londra spicca la Tabula Claudiana, su cui è impresso il famoso discorso tenuto da Claudio in Senato nel 48 d.C. sull’apertura ai notabili galli del consesso senatorio e il Ritratto di Germanico, proveniente dalla Fondazione Sorgente Group ed esposto in questa sede per la prima volta.

Paris, musÈe du Louvre. MA1231.

Un momento della presentazione della mostra “Claudio imperatore. Messalina, Agrippina e le ombre di una dinastia” presso il Museo dell’Ara Pacis, Roma, 5 aprile 2019. ANSA/ANGELO CARCONI

Museo dell’Ara Pacis
Dal 6 aprile al 27 ottobre 2019
Tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30
www.arapacis.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*