Decade. Marcus Jansen a Milano

Decade è la prima mostra personale italiana di Marcus Jansen (New York, 1968), l’artista americano che ha toccato diversi livelli di produttività partendo dalla pittura in strada da giovanissimo, fino a sviluppare, attraverso il suo stile espressionista, istintivo e molto riconoscibile, tematiche via via più complesse come la guerra, l’umano e la sua società.

DECADE. Paintings from the last 10 years è un’introduzione alla pittura di Marcus Jansen, basata sull’ultima monografia pubblicata sull’autore (Marcus Jansen Decade, ed. Skira).

DECADE presenta oltre cento opere realizzate dall’artista newyorkese neoespressionista (nato nel 1969), alcune delle quali selezionate per la sua prima personale in un museo italiano, appena inaugurata alla Triennale di Milano.

Negli ultimi vent’anni, Jansen deve la sua fama a lavori dal forte impegno, incentrati su tematiche socio-politiche, ma anche a una mescolanza molto originale, che spesso si verifica nei suoi dipinti, fra paesaggi tipici dell’astrattismo espressionistico e argomenti d’attualità affrontati con occhio imparziale.

Marus Jansen

Per la sua predilezione verso alcune scelte, Jansen è stato chiamato “cartografo del conflitto”. Ciò nonostante, egli si è assolutamente interrogato anche su aspetti meno clamorosi, come quello dei rapporti tra le classi dirigenti e i governanti. Né va dimenticato che al centro del suo lavoro ci sono le preoccupazioni umane, e che spesso egli indaga l’impatto della guerra sull’ambiente urbano, affrontando anche temi scomodi come l’eccessiva sorveglianza o l’inquietante presenza dell’industria militare.

Dai suoi dipinti, oltre all’impegno, si può però cogliere una sensazione quasi magica, e stavolta tutta artistica: come se i luoghi da lui creati fossero spazi in mezzo al nulla e quasi dei “paesaggi perduti”.

Triennale

Fino al 21 Settembre 2016
Dal Martedì alla Domenica 10.30 – 20.30

Viale Alemagna 6, Milano

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*