FOCUS

La rubrica Focus ha l’intenzione di restituire il contatto diretto e immediato con una singola opera oppure con diverse opere dello stesso artista, favorendo un rapporto a tu per tu come succede in una galleria, anche se ci si trova davanti allo schermo del computer, dello smartphone o del tablet. Focus vuole inoltre focalizzare l’attenzione sulla vita di un singolo artista, analizzandone il percorso di ricerca lontano dalla consueta riproposizione biografica dal taglio storico.Siamo bombardati di immagini, questa è una frase fatta ricorrente ma non per questo meno veritiera e l’insieme dell’arte visuale è una fabbrica mai stanca di immagini.

In questo magma indistinto alcune immagini ci colpiscono, ci attraggono, ci seducono al primo sguardo. Senza rifletterci tanto, a volte in contrasto con quel che è il nostro gusto solito o quello che vorremmo fosse, siamo attratti da un’opera per come appare. Non dalla ricerca artistica, non dall’autore, non perchè era su un libro o su un sito web. Talvolta l’intuizione arriva prima della comprensione.

ULTIMI ARTICOLI

Claustromania: antico e contemporaneo si incontrano a Roma

Nella seconda metà di ottobre 2019 l’ex convento di Sant’Alessio – sul colle Aventino a Roma – farà da scenario alla mostra Claustromania, collettiva di scultura contemporanea. Il chiostro del convento, luogo nascosto e silenzioso che per la prima volta si apre all’arte contemporanea, ospiterà sculture e installazioni site-specific ideate dagli artisti Riccardo Monachesi, Giovanna […]

Jan Fabre, il consilience artist che indaga la mente in mostra a Palazzo Merulana

Jan Fabre, l’artista totale dell’arte e del sapere torna a Roma con una mostra cerebrale e allo stesso tempo esperienziale, un incontro – come diranno i curatori – fisico e spirituale con la preziosa collezione Cerasi che vanta una splendida raccolta di arte italiana della prima metà del Novecento. The rhythm of the brain a […]

Il gesto e la pittura, nuove forme di visione nelle opere di Jonathan VanDyke

Dei tubi da cantiere, come ponteggi, incorniciano tele composte da un patchwork di tessuti e tela. Si tratta della nuova personale, per esattezza la terza, dell’artista statunitense Jonathan VanDyke, ospitata negli spazi di 1/9unosunove. How to Operate in a Dark Room, racconta in maniera del tutto visiva, un modus operandi segno riconoscibile dell’operazione artistica di […]

ULTIME NOTIZIE