Giungla urbana al neon. Joseph Klibansky

Joseph Klibansky è un prolifico artista olandese dotato di un grande seguito a livello globale, la cui pratica artistica intreccia i confini tra fotografia digitale, pittura e scultura. Il suo lavoro può essere considerato di tradizione post-concettuale, arricchito da una potente estetica visiva e da un approccio ironico.

Diverse tipologie di opere possono essere identificate all’interno della sua pratica artistica che, di solito, segue due sentieri differenti, come: paesaggi urbani digitali concepiti attraverso un immaginario onirico, e le sculture, che rappresentano dei soggetti presi in prestito dal mondo contemporaneo e cosmopolita. Klibansky utilizza il suo lavoro per far riflettere le persone sulla società e le loro vite.

Alcuni temi ricorrenti sono: la vita quotidiana nelle metropoli contemporanee, la stratificazione ricorsiva tra dimensione reale e digitale, il conflitto tra passato e futuro. Vicino per vocazione alla New Media Art, si serve di tecniche innovative che combinano fotografie manipolate digitalmente e interventi pittorici. A dispetto della sua giovane età si è già guadagnato una spiccata riconoscibilità nel sistema dell’arte, con esposizioni nelle maggiori fiere internazionali, passaggi in asta dai risultati sorprendenti, committenze da parte di importanti collezioni aziendali.

La mostra sarà caratterizzata dalla presenza sia di dipinti digitali sia di sculture, che verranno disposti in modo da creare una narrazione attraverso i muri della galleria.

La Bonnet Van Der Sluis è una galleria d’arte contemporanea fondata da Immechien Bonnet e Susanna Van Der Sluis, che espone una varietà di opere d’arte originali nel campo della scultura, pittura e tecniche miste. La galleria è una combinazione dinamica di artisti giovani ed emergenti in congiunzione a nomi noti e affermati nel mondo dell’arte internazionale.

link: ​BONNET / VANDER SLUIS GALLERY

Fino al 3 Luglio 2016
dal Martedì al Sabato 11.00-19.00

San Marco 2950, Campo Santo Stefano, Venezia

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*