Hiroharu Matsumoto, la solitudine di Tokyo in chiave Minimal

«Loneliness is an inherent feeling for the people of this town». H. M.

Quando si pensa a Tokyo non si può non immaginare una città cosmopolita, all’avanguardia nel campo della tecnologia e delle infrastrutture, l’immagine simbolo di un progresso senza sosta del nuovo millennio. Nel caos e nella frenesia che la caratterizza pare impossibile pensare che in una città come questa ci si possa sentire soli manifestando una sorta di esilio conscio che porta a riflettere.

Questa solitudine è alla base del lavoro del fotografo giapponese Hiroharu Matsumoto che, attraverso fotografie in bianco e nero, in uno splendido gioco di luci ed ombre, riesce ad esplorare la sensazione di solitudine in una delle metropoli più grandi al mondo. Un contrasto tra l’altissima densità di popolazione che abita o transita nella metropoli e la difficoltà reale di chi cerca di inserirsi in contesti sociali. Le stazioni sembrano formicai, i treni esplodono di umanità e la distanza dei corpi si annulla nella dimensione ridotta degli spazi collettivi. C’è un forte rispetto nei confronti del prossimo, ma allo stesso tempo si evince che nonostante il grande caos la solitudine del cuore è presente. Ci si sfiora ma non ci si tocca realmente.

Matsumoto attraverso la fotografia riesce a creare combinazioni sorprendenti con un tocco asciutto e minimal. Fotografa in zone pubbliche ma l’immagine che arriva ha un senso di pace e di quiete molto spiccato. Nell’osservare i suoi scatti siamo davanti ad immagini drammatiche e sospese nel tempo, tagli fotografici che esaltano l’architettura urbana di Tokyo e la mettono in luce. La sua è una Street Photography Minimal, immagini di grande bellezza calate in un atmosfera suggestiva che da una parte evocano calma dall’altra ci trascinano in un mood drammatico scaturito da pressioni psicologiche di grande impatto visivo.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*