Il giovane Picasso…al cinema!

Sta per arrivare al cinema un film dedicato ad un altro grande protagonista del mondo dell’arte. Il protagonista delle tre giornate del 6-7-8 maggio è Pablo Picasso, nel film dal titolo Il giovane Picasso, che racconta la storia del pittore spagnolo, sino al grande successo avuto in tutto il mondo.
Picasso è sicuramente uno dei pittori maggiormente conosciuti e noti del mondo dell’arte, le cui opere sono diventate icone mondiali.
Il nuovo film evento sarà infatti dedicato agli anni giovanili di Picasso, agli anni in cui Pablo, un ragazzo proveniente dalla Spagna del Sud, diventò quello che sarebbe stato considerato l’artista moderno più famoso del mondo. Il docu-film analizzerà il ruolo fondamentale che ebbe l’artista nella vita, attraverso le citta che ebbero un ruolo significativo sulla vita dell’artista, Malaga, Barcellona e Parigi, evidenziando il motivo per cui ciascuna di queste città fu così significativa nel corso della sua formazione. Malaga è la sua città natale, dove Picasso y Ruiz nacque il 25 ottobre 1881 e si appassionò all’arte, dipingendo all’età di otto anni il suo primo quadro, una corrida. L’amore per la pittura era un’eredità ricevuta dalla famiglia, prima dal padre, artista e poi professore di disegno, poi in seguito anche dal nonno, guantaio con un innato istinto per il disegno e la musica.
Il Giovane Picasso è realizzato con una stretta collaborazione con cinque grandi musei europei situati nelle città fulcro della vita dell’artista, il Museo Picasso e la Fundación Picasso-Museo Casa Natal di Málaga, il Museu Picasso de Barcelona, dove è conservata la più ampia collezione dei suoi primi lavori, il Museu Nacional d’Art de Catalunya e il Musée National Picasso di Parigi.
Il docufilm racconta un periodo di due anni, soffermandosi sulle due fasi della vita e della formazione artistica di Picasso, ovvero il periodo blu e il periodo rosa. Oltre a questi momenti, ve ne sono altri fondamentali per la sua formazione e per la sua vita.
La pellicola non è solo una raccolta delle sue opere e dei suoi lavori, ma illustra anche la sua casa e mostra al pubblico diverse lettere ad amici e amanti del pittore, entrando nell’intimo del dell’artista.
Il film viene narrato dal nipote del pittore che si sofferma sui valori significati del protagonista, in primis come uomo, e come tale sofferente ai canoni imposti dal tempo e dalla politica, e in secondo come artista che abbraccia un periodo abbastanza variegato. Un’artista oggetto inizialmente di critiche e delusioni, ma che poi diventa il massimo esponente del movimento cubista.
Il film fa parte del progetto la grande arte al cinema.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*