Il “mondo fluttuante” di Anna Onesti in mostra alla Casina delle Civette

La storia della carta in Giappone affonda le sue radici in epoche lontane, passando dai contatti con la Cina all’avvento del Buddhismo. La carta di produzione artigianale, così come l’impiego dei colori naturali, conserva però ancora oggi in Oriente una tradizione manifatturiera straordinariamente viva, e questi materiali di altissima qualità insieme alla loro ritualità senza tempo continuano a resistere in un mondo dominato dalla tecnologia e dal progresso.

La mostra Un mondo fluttuante. Opere su carta di Anna Onesti, che inaugura il prossimo 3 ottobre alla Casina delle Civette di Roma, riflette proprio su queste materie preziose e uniche. L’artista e restauratrice Anna Onesti, che da oltre vent’anni si dedica ad approfondire tradizioni artistiche diverse e lontane, presenterà infatti otto arazzi e otto aquiloni in carta giapponese, frutto del suo recente lavoro. Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con il patrocinio della Fondazione Italia Giappone, la mostra è a cura di Alessia Ferraro e Maria Grazia Massafra.

Tutte le opere in mostra, in un dichiarato omaggio al Giappone, sono realizzate su carta washi (o “carta giapponese”) e con colori di origine vegetale, utilizzando tecniche decorative ispirate alla tintura tradizionale dei tessuti, come l’itajimezome, lo shiborizome e il katazome. Attraverso queste opere l’artista vuole gettare un ponte tra tradizioni artistiche diverse e tra culture lontane, ma anche tra passato e presente, unendo tecniche antiche a una manualità contemporanea.

«Sopraffatti dall’elemento naturale, che permea così tanto le opere di Anna Onesti – scrive la curatrice Alessia Ferraro – si è tentati, addirittura, di allungare l’olfatto e tendere l’udito fino a sentirsi completamente immersi nell’incanto del paesaggio giapponese, che quest’artista sa raccontare così bene. Il mondo in cui Anna Onesti ci trascina è un mondo fluttuante. È una realtà “liquida” e in continuo mutamento quella che oggi viviamo e da cui siamo circondati e che, con la sua irrequietezza, tende talvolta a sopraffarci. Una realtà che le opere su carta di questa illuminata artista, ci insegnano a vivere con la leggerezza e la spensieratezza di un bambino che affida all’aria, per la prima volta, il suo aquilone».

Nell’ambito della mostra si svolgeranno alcuni eventi collaterali che saranno fruibili in modalità a distanza o secondo le prescrizioni delle leggi in vigore. La partecipazione agli eventi collaterali è gratuita, il calendario verrà comunicato in data prossima all’apertura della mostra.

Un mondo fluttuante. Opere su carta di Anna Onesti
3 ottobre 2020 – 10 gennaio 2021
Musei di Villa Torlonia, Museo della Casina delle Civette
Via Nomentana, 70 – Roma
www.museivillatorlonia.it
www.museiincomuneroma.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*