Immagini di guerra. Robert Capa

Robert Capa, un fotoreporter in grado di cogliere la realtà attraverso pochi semplici scatti ma tali da lasciare un segno in chi li guarda.
Capa dimostra il suo talento per la fotografia cogliendo l’attimo esatto in cui lo sguardo di una persona si mostra privo di maschere.
Le foto di Robert sono come una sorta di mostra, concepita per ritrovare memorie e luoghi che ne hanno influenzato il carattere. I reportage sulle città bombardate, sulle truppe, sui sopravvissuti, sui soldati, testimoniano la dura realtà della guerra che soffoca ogni speranza di emozione positiva.

Queste immagini sono documentate nella memoria di Capa, che coglie con il suo sguardo tutto il potenziale delle scene che vive trasfigurandone l’essenza in arte.
Comunicando il dramma e trasformandolo in una pericolosa bellezza, in grado di trasmettere forti emozioni in chi lo osserva. I suoi scatti sono profondi e dolorosi squarci sulla condizione dell’uomo e della popolazione, e testimoniano il desiderio di raccontare una storia attraverso le immagini.
Le foto drammatiche non sono aggressive, ma mostrano tutta la sensibilità e la tenerezza delle volontarie in armi e delle pattuglie mostrando al mondo la cesura e la svolta in atto.

Memorabili alcuni scatti tra cui il suo servizio incentrato sulla figura di un pastore intento a celebrare la messa a cielo aperto, a causa dei bombardamenti, o su un uomo che tiene in braccio una bambina ignara di tutto ciò che le sta accadendo intorno.
Le immagini di Capa mostrano il dolore senta pudore restando fra le più drammatiche di tutta la guerra e rivelano il sentimento di profonda partecipazione del fotografo alle sofferenza degli individui. Così come accade a un cappellano che assiste alla morte di un giovane ragazzo, mostrando quell’attimo rivelatore e sentendo il fascino di uno spirito istintivo. Capa in se stesso è già la fotografia di un’arte senza fine.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*