Joint is Out of Time

Inaugura il 21 gennaio 2019 presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea la mostra Joint is Out of Time, a cura di Saretto Cincinelli e Bettina Della Casa, esposizione che si inserisce all’interno dell’allestimento permanente della collezione museale, arricchendolo con le opere di 7 artisti contemporanei dal respiro internazionale.

Si tratta di Elena Damiani (Lima, 1979), Fernanda Fragateiro (Montijo, Portogallo, 1962), Francesco Gennari (Pesaro, 1973), Roni Horn (New York,1955), Giulio Paolini (Genova, 1940), Davide Rivalta (Bologna, 1974) e Jan Vercruysse (Ostenda, 1948 –Bruges, 2018). Il loro lavoro dialoga in maniera attiva con la collezione: basti pensare ai cinque nuovi leoni bronzei di Davide Rivalta, posizionati sulla scalinata esterna del museo, diventati ormai presenza integrante dell’habitat urbano circostante, o ai lavori site specific eseguiti da Elena Damiani e Fernanda Fragateiro; interessante l’intervento di Giulio Paolini, che presenta un’opera concepita espressamente per uno degli spazi di ingresso del museo oltre al riallestimento di due suoi lavori esposti sempre in questa sede nel 1988.

Time is out of joint: era l’ottobre del 2016 quando Cristiana Collu, allora nuova direttrice del museo, proponeva un progetto di allestimento del tutto inedito, che, mettendo da parte la tradizionale divisione delle sale per cronologia temporale o stilistica, aveva dato spazio alla commistione e al confronto tra artisti molto lontani tra loro per modi e tempi, giocando attraverso una serie di associazioni visive ed intuitive che invitavano lo spettatore a partecipare ad un’esperienza non tanto didattica quanto originale e stimolante, capace di rimanere impressa nella memoria dopo la visita.

Joint is out of time è il titolo della nuova mostra; un’inversione di parole per due progetti diversi ma paralleli, volti a dare voce ad artisti contemporanei ponendoli però sempre in stretto dialogo con grandi nomi della storia dell’arte.

Per l’occasione sono state organizzate diverse iniziative: un progetto di mediazione culturale in collaborazione con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma, che condurranno delle visite guidate all’interno degli spazi espositivi per tutta la durata della mostra, e una convenzione con la Fondazione Bioparco di Roma,dove sarà possibile usufruire di un biglietto ridotto nelle giornate del 26-27 gennaio previa presentazione del biglietto d’ingresso della Galleria Nazionale.

Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea
Via delle Belle Arti 131 – Roma
Dal 22 gennaio al 2 giugno 2019-01-19
Dal martedì alla domenica 8.30-19.30
www.lagallerianazionale.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*