Licia Galizia. Flussi

La galleria Anna Marra Contemporanea ospiterà, fino al prossimo 26 maggio, la personale di Licia Galizia dal titolo Flussi, a cura di Isabella Indolfi.

L’artista abruzzese propone una serie di opere che integrano in modo originale linguaggi diversi: quello scultoreo, quello musicale e quello digitale.

Le sue sono infatti vere e proprie sculture musicali, orchestrate in un unico ritmo tramite la tecnologia chiamata Planofoni, realizzata dal CRM (Centro Ricerche Musicali di Roma).

Il tutto crea un’ atmosfera immersiva, dove lo spettatore riesce ad interagire e a confrontarsi in profondità con le opere esposte.

Il leit-motiv della mostra è il tema dell’acqua, declinate nelle sue accezioni più cupe ma anche in quelle più alte e affascinanti.

Tra la serie di opere site specific qui esposte, spicca Mare oscuro, che parafrasa quegli aspetti terribili recentemente connessi al mare più vicino al nostro paese, il Mediterraneo, teatro della tragica fine di molte vite di profughi.

Licia Galizia illustra questo dramma tramite una serie di lastre acuminate che si sollevano dal fondo, invadendo lo spazio e costringendo lo spettatore a farsi strada in modo tortuoso nel percorso che vanno a creare. Più speranzoso il messaggio delle installazioni Acqua e Diluvio, che propongono invece una progressiva sublimazione della materia verso un concetto di purezza.

Le forme si fanno onda musicale, vibrazione tattile che invita l’osservatore al contatto, avvolgendolo in un’interessante e completa esperienza sinestetica.

 

SONY DSC

 

ANNA MARRA CONTEMPORANEA

dal 18 aprile al 26 maggio 2018

Via Sant’Angelo in pescheria 32 – Roma

www.annamarracontemporanea.it

da lunedì a sabato, dalle ore 15.30 alle 19.30

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*