Lo “sketchbook” di Lucrezia de Fazio in mostra a Milano

Bianco e nero onnipresente, forme organiche ripetute ossessivamente e spaesamento dell’osservatore: queste sono le caratteristiche principali della ricerca di Lucrezia de Fazio, giovane artista che si accinge a inaugurare a Milano la sua prima personale.

Disegno, scultura, suoni e immagini in movimento dialogano abitualmente tra loro nelle opere di questa artista, fino a creare delle installazioni immersive e multisensoriali a metà tra il materiale e l’immateriale. Obiettivo di queste opere è provocare un disorientamento nello spettatore, di sapore vagamente surrealista. Esso è ottenuto attraverso la scomposizione, frammentazione e ripetizione di parti del corpo, che si trasformano così in una sorta di macchie di Rorschach, elementi tra il conosciuto e l’irriconoscibile, che ognuno è portato ad interpretare a modo suo.

È in questa maniera che le opere di Lucrezia de Fazio si fanno ipnotiche, e il corpo, punto di vista privilegiato e oggetto della sua analisi artistica, viene trasfigurato, e una volta smembrato e privato del suo contesto si riveste di nuovi e inediti significati.

Nonostante la grande eterogeneità, insomma, esiste un filo conduttore tra le opere dell’artista. Il momento giusto per scoprirlo è la sua prima personale, Sketchbook, che inaugurerà stasera presso The Lone T Art Space a Milano. Proprio come un diario, un taccuino di appunti, la mostra avrà infatti lo scopo di presentare il percorso dell’artista, nelle sue differenti manifestazioni.

Nonostante la giovane età della loro autrice, inoltre, i lavori di Lucrezia sono già stati esposti singolarmente in diverse parti del mondo, e la sua When It’s Three In The Morning si trova in mostra fino al 25 giugno a Roma, all’interno della collettiva Aurore, organizzata dall’associazione CultRise negli spazi del The Popping Club.

 

 

Lucrezia de Fazio. Sketchbook

23 giugno – 29 luglio 2017

Inaugurazione 22 giugno ore 18.30

The Lone T s.r.l.

via Senato, 24

Milano

www.thelonet.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*