Malevic erede della sua arte

Kazimir Severinovic Malevic è un artista totalmente innamorato delle sue idee, della sua arte e della sua influenza esercitata in ogni campo, passando dalla pittura fino alle produzioni teatrali. La sua produzione non seguiva né il successo né il denaro, ma solo il piacere di essere vista.

L’artista russo ha subito il fascino della cultura ucraina ed è stato capace di esercitare nella propria pittura l’influenza di questo magnifico Paese dell’Est. I contadini, le case colorate e le icone saranno la sua prima accademia e il suo grande futuro.

Le sue opere erano totalmente originali e diverse dai suoi conterranei da sintetizzare combinazioni diverse dal cubismo, dalla geometria figurativa fino alle avanguardie del futurismo. Una pittura che rappresentava con poche pennellate il movimento facendo leva su colori caldi e freddi.

Testimoniando l’influsso del mondo contadino tanto caro all’artista, le sue opere mantengono tutto quello spirito nativo mescolandosi agli elementi del cubismo, focalizzando l’attenzione sulla decomposizione degli elementi figurativi in volumi geometrici e creando un’immagine pittorica non come la si vede o conosce ma come la si percepisce, ma senza eliminare del tutto la leggibilità del soggetto.

Si tratta sia di nature morte che variano in forme ondulate e multilineari, in cui il cubismo è decisivo come protagonista, sia di campagne dove il colore è il principio dinamico che era già presente nelle sue tele.

Malevic mostra un’attenzione particolare verso poeti e intellettuali, da segnare un’importante evoluzione della sua arte sia dal punto di vista scenico e teatrale, in cui corpo e forma si delineano insieme.

L’artista russo mostra una particolare attenzione alla pittura visiva, che mira a mostrare la pittura con produzioni scaturite dalla nostra mente. Tutta la sua poetica del colore è elaborata dalla sensazione, dalla luce, dal colore e non dalla forma.

Si mostra come erede della pittura delle icone russe considerata come la produzione superiore dell’arte contadina.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*