Tutti in moto! Il mito della velocità in cento anni di arte / Futurismo, velocità e fotografia

Con la grande mostra Tutti in moto! Il mito della velocità in cento anni darte, a cura di Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci, si è aperto al pubblico, col nome PALP, il Palazzo Pretorio di Pontedera, riconvertito dopo i lavori di restauro, a nuovo spazio espositivo della città.

Promossa dalla Fondazione per la Cultura Pontedera e dal Comune di Pontedera, patrocinata dalla Regione Toscana, la mostra, che proseguirà sino al 18 aprile 2017, è dedicata interamente al mito della velocità e al riflesso che ha avuto sulle arti figurative, sugli ideali di vita e sul costume degli italiani, dalla fine del XIX secolo agli anni del boom. Oltre centocinquanta opere, tra dipinti, sculture, fotografie e manifesti di altrettanti grandi autori dell’arte italiana, da Fattori, a Bianchi e Viani, sino a Vespignani, Ziveri e Angeli, passando per Severini, Baldessari e Carrà, Boccioni, Balla, Depero, Tato e Dottori, per sintetizzare il riflesso prodotto sull’immaginario collettivo da questi mezzi meccanici in continua evoluzione.

Secondo Daniela Fonti: «Tutti in moto sta sia per motocicletta che movimento. Abbiamo avviato un percorso originale, cioè inventare un progetto che fosse facilmente comunicabile. Che fosse una storia che arrivasse al pubblico ma che fosse anche di qualità. Si parlerà di tutti i mezzi di trasporto. Ci sarà un corridoio del cinema, immagini in movimento. Ducati, Ansaldo, Atac di Roma e altri hanno fornito materiali per creare questo spazio video».

Nella mostra Tutti in moto «il tema della velocità – hanno spiegato i curatori Fonti e Bacci – è affiorato nell’arte italiana alla fine dell’Ottocento e l’ha caratterizzata profondamente in alcune sue stagioni, in conseguenza del rapido evolversi delle scoperte e delle applicazioni industriali ai mezzi di locomozione. La mostra si apre con una sorta di antefatto, su un’Italia ancora agreste, in cui ci si sposta prevalentemente a piedi o a cavallo. Poi arrivano le macchine, cambia completamente il mondo e cambia il modo di rappresentarlo. In questa trasformazione ci guidano le sale espositive del palazzo, ognuna dedicata ad un diverso mezzo di locomozione: il treno, il tram, il piroscafo, la bicicletta, l’automobile, la mongolfiera, sino all’aereo a motore e, in chiusura, alla motocicletta».

La mostra sarà corredata da un catalogo, a cura di Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci, con testi di Daniela Fonti, Umberto Sereni, Giovanni Lista, Giancarlo Carpi, Rossella Caruso, Susanna Ragionieri, Claudia Terenzi.

Fonte arte.it

Fino al 18 Aprile 2017

Pontedera | Pisa

Luogo: PALP – Palazzo Pretorio / Museo Piaggio

Curatori: Daniela Fonti, Filippo Bacci di Capaci, Giovanni Lista

Enti promotori:

  • Fondazione per la Cultura Pontedera
  • Comune di Pontedera
  • Patrocinata dalla Regione Toscana

E-Mail info: fondazioneculturapontedera@gmail.com

Sito ufficiale: http://www.pontederaperlacultura.it/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*