MOTION: Transformation. Torna in Italia il Congresso Internazionale di Storia dell’Arte

A settembre, dopo ben quarant’anni di assenza, torna in Italia il Congresso Mondiale di Storia dell’Arte del CIHA (Comité International d’Histoire de l’Art).

Nella settimana dall’1 al 6 settembre 2019 si svolgerà infatti a Firenze MOTION: Transformation, la prima parte del 35esimo Congresso Internazionale del CIHA, che per la prima volta si terrà in due paesi diversi a distanza di un anno (la seconda parte, dal titolo MOTION: Migrations, avrà luogo a San Paolo del Brasile nel settembre 2020).

L’evento – che si preannuncia come uno straordinario dibattito transculturale riguardo uno dei temi di maggior rilievo nella cultura globale, ovvero il movimento – si svolgerà tra i saloni di villa Vittoria e altri prestigiosi edifici storici di Firenze. È organizzato dal CIHA Italia (organizzazione non lucrativa nata nel secondo dopoguerra in continuità ideale con il primo incontro internazionale di storia dell’arte tenutosi a Vienna nel 1873) in collaborazione con il Kunsthistorisches Institut in Florenz Max-Planck-Institut.

Molto ricco sarà il programma delle giornate di studio, con circa centoventi interventi divisi in nove sessioni: “L’arte come visione”; “L’arte e la materia nel corso del tempo”; “L’arte e la natura”; “L’arte e le religioni”; “L’arte fra disegno e scrittura”; “Iconicità e processo di produzione in architettura”; “Arte, potere e pubblico”; “L’arte, i critici e gli spettatori”; “Voyage”.

Si affronteranno pertanto temi quali le relazioni tra arte e ispirazione divina, gli effetti del tempo sull’opera d’arte e il rapporto di quest’ultima con l’ambiente, il potere delle immagini nelle diverse culture, il ruolo esercitato dalle arti nei processi di trasformazione sociale, fino ad arrivare al “Viaggio”, tematica di raccordo con la seconda parte brasiliana del congresso, inteso come scambio culturale e circolazione costante di persone, idee e oggetti.

Tra i relatori saranno presenti studiosi provenienti dalle più importanti università e istituzioni a livello mondiale, tra cui l’École des Hautes Études en Sciences Sociales (Parigi), il Courtauld Institute (Londra), la Humboldt-Universität zu Berlin, la Columbia University (New York), la Jawaharlal Nehru University (New Delhi), l’Universidade Federal de São Paulo, la Scuola Normale Superiore (Pisa), l’University of Hong Kong.

Oltre agli interventi teorici sono previsti anche eventi aperti al pubblico, lectio magistralis e visite guidate a musei e collezioni fiorentine. La cerimonia di apertura si terrà domenica 1 settembre alle 18 presso la Sala Verde di Villa Vittoria.

Per maggiori informazioni riguardo il programma: http://www.ciha-italia.it/florence2019/2018/10/31/orari-e-programma/.

Disegno

 

MOTION: Transformation

35esimo Congresso Internazionale di Storia dell’Arte

Firenze, 1-6 Settembre 2019
Villa Vittoria
Palazzo Vecchio

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*