Il pedalò a rotelle di Cattelan

Avete presente il celeberrimo trucco di magia del mago Dynamo che cammina sulle acque del Tamigi? Ecco, la performance di Zurigo per Manifesta 11 targata Cattelan ne è la copia grottesca. Avrebbe dovuto emozionare, meravigliare e forse essere irriverente nei confronti della camminata sull’acqua di Cristo, mostrando una ragazza disabile libera di navigare a pelo d’acqua con la sua sedia a rotelle. L’esito è stato invece goffo e carico di retorica buonista oltre i confini dell’universo.

Cattelan è un grande artista, niente da dire, tra i migliori del panorama contemporaneo. Caustico, spietato e mai banale, ha saputo osare oltre ogni misura regalandoci autentiche perle di genialità. Ma anche i migliori ogni tanto sbagliano i gol a porta vuota. Quando lo fanno però, è meglio alzare le mani e dire che una cosa fa schifo piuttosto che lanciarsi in panegirici da fanboys che travisano la realtà.

L’atleta paralimpica, manco fosse un gommoncino pronto per andare a pesca, viene assicurata a una fune e fatta scendere in acqua con la sua sedia attraverso dei binari, mentre ad attenderla c’è una zattera. Grande folla pronta ad assistere alla performance, con Cattelan che supervisiona il tutto. È il momento della parte comica: bisogna togliere gli ormeggi alla sedia a rotelle, sganciare la zattera e liberare in acqua la ragazza. Un uomo allora fa l’equilibrista sui binari, arriva dinnanzi alla giovane e appena sgancia la zattera finisce goffamente in acqua tra le risate della gente. Ovviamente gli ingegneri nautici che hanno progettato tutto questo macchinoso sistema per adagiare la sedia a rotelle sulla zattera, non hanno minimamente pensato a una piattaforma per il poveraccio che avrebbe dovuto agevolare la ragazza nello sbarco. E questa era la parte interessante. Il resto è un girotondo nel lago, tra cigni e anatre, della durata di tre minuti.

Quello che forse voleva essere un messaggio positivo a favore dell’uguaglianza sociale tra disabili e normodotati, si è invece trasformato nell’ennesima manifestazione ipocrita di pietà. Praticamente un buco nell’acqua.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*