Picasso et l’exil Espagnol

L’esibizione presente nel museo degli Abattoirs a Toulouse tratta di un fatto storico, quello della Retirada, o sia l’esilio di 500.000 rifugiati spagnoli della guerra civile nel 1939. La scelta della mostra nel capoluogo della regione dell’Occitania (nel sud-ovest della Francia) nasce per ragione geografica. Toulouse è stato il posto più vicino alla frontiera spagnola, conosciuta anche oggi come “capitale dell’esilio”, laddove si installarono i governamenti, gli intellettuali e numerosi artisti esiliati.
Les Abattoirs, di conseguenza, fu il museo giusto dove esporre la mostra che ritrae, su un totale di tre piani, un’esibizione che si concentra principalmente sul rapporto di Pablo Picasso con la retirada. Il filo conduttore è la perdita delle sue radici e il suo impegno politico, quando fece la scelta di non tornare più nella sua terra natale finché la dittatura di Francisco Franco fosse ancora presente, che finì nel 1975. Morì nel 1973 senza, di fatto, poter tornare lì.
L’ottantesimo anniversario dell’esilio, trattato per la prima volta da un istituto museale francese, presenta anche altri artisti maggiori che sono state vittime, come Antoni Clavé, Julio González e Óscar Domínguez Albarracin oltre ad artisti contemporanei come Pilar Albarracin, Nissrine Saffar e Eduardo Basualdo.
L’esilio richiama alla sofferenza di lasciare una terra, una vita, una storia, è documentato perfettamente attraverso questa mostra e grazie anche alle fotografie storiche dei campi, dopo l’arrivo degli spagnoli in Francia. Ricca di documenti e di opere d’arte prestate, l’esibizione è un’opera importante sulla cultura della resistenza spagnola, un bel omaggio. Si consiglia di non mancare.

Esibizione al Museo Les Abattoirs
fino al 25 Agosto 2019
Frac Occitanie Toulouse. 76 allée Charles de Fitte 31300 Toulouse
http://www.lesabattoirs.org

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*