Piero Ligas. Ritratti d’anima

Piero Ligas ha inaugurato la sua nuova collezione dal titolo Ritratti d’Anima visitabile sino all’undici di Aprile 2017 al Coffe Art di Cagliari.

Ligas è un artista locale, che si avvicina alla pittura da autodidatta, il cui percorso artistico è rivolto alla ricerca del proprio io, da sfoggiare in una pittura astratta con un gioco cromatico accesso.

Restare indifferenti all’intensa espressività e al cromatismo della prova pittorica del maestro sardo è difficile, infatti la pittura evoca quel qualcosa di magico, che ci attrae coinvolgendo lo sguardo nella sua narrazione.

I colori contengono una forte valenza simbolica che rimanda al mondo interiore dell’artista, la percezione del colore ha un fondamento oggettivo che oltrepassa le differenze culturali e costituisce un linguaggio universale.

Vengono evocate suggestioni nel fruitore dell’opera, tra un inconscio e mistero, mediante uno scambio contemplativo dell’arte. Concetti difficili vengono resi più semplici attraverso l’uso dell’immagine e del colore, marcato da contorni sempre più netti.

La predominanza di alcune tonalità cromatiche come il viola, il rosso accesso, il nero, mostrano un desiderio tra la sintesi della energia e un calmo appagamento, l’unione dell’elemento materiale con quello spirituale nel gradevole carattere offerto dal viola.

Il percorso artistico è correlato a contenuti psichici, mediante un gioco di colori e luci.

Le opere dell’artista mostrano uno slancio vitale, un’idea di perfezione e delicatezza, sensibilità e fragilità nella figura umana. Il tutto è mitigato da tonalità decise, con una tinta che non mostra incertezze. I contorni neri esaltano e hanno una funzione passiva inglobata da altre tinte. Il nero può rappresentare non solo il nulla finito. La figura umana proietta un’immagine di sé.

Nei Ritratti d’anima è lo sguardo a catturare l’attenzione, gli occhi dell’inconscio e contatto con il mondo esterno, esprimono l’io che è presente in ognuno di noi. La pittura del maestro suggerisce, sia per le tinte che per il tratto, sentimenti forti, dove traspare un’inquietudine, espressa dal gesto grafico, dove il contatto con la realtà sembra solo una pallida visione.

Con quest’opera l’artista esprime se stesso e il suo Io.

 

 

Cagliari

Mostra visibile al coffee Art-Piazza Tristani

Tutti i giorni fino all’11 aprile 2017

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*