Scultura eroica. Giuseppe Spagnulo

Giuseppe Spagnulo è stato un artista che ha dedicato alla disciplina della scultura tutti gli sforzi e gli impegni di una vita.
Il “mestiere” di scultore fin da sempre è il più fisico delle arti e quindi tradizionalmente considerato anche il più umile. Opera di muscoli più che di intelletto, è da questo assunto che derivava la nota ritrosia di Michelangelo a confrontarsi con la pittura, attività troppo delicata per un temperamento rude come il suo.

Nel caso di Spagnulo la scultura abbraccia completamente e con forza la sua dimensione fisica e viene vissuta in prima persona dall’artista. Il peso colossale della materia e la sua consistenza malleabile e sporca sono rappresentate appieno dalla scelta di lavorare con il ferro e la ceramica.

Questa matericità spudorata è rappresentazione di concetti assoluti come il tempo, la forza e la resistenza. Concetti di cui la vita umana è talmente intrisa da essere oggetto di riflessione fin dall’antichità e che hanno fatto guadagnare al lavoro di Spagnulo la fama di opere dalla potenza epica.

Dischi metallici di notevole spessore e dalla superficie ruvida e imperfetta hanno tagli profondi e geometrici che ne compromettono la stabilità. Totem o setti di ferro dalle pareti irregolari tagliate grossolanamente si ergono pesanti e immobili. Geometrie di terracotta che si scompongono al suolo in parti regolari perdendo unità ma senza smettere di esistere.

Nonostante i tagli, la precarietà statica o le forme ardite, queste masse di materia sfidano indifferenti il tempo tenendosi in piedi. Comunicano forza mostrando tutto il proprio peso e la capacità di non piegarsi sotto di esso. Invitano alla resistenza a oltranza perchè un attimo di abbandono alla stanchezza o al dubbio significherebbe cadere irrimediabilmente.

Sono sculture eroiche, non solo per la mole impossibile da gestire per la forza di un uomo. L’eroe è colui che ha uno scopo che sarebbe impossibile da raggiungere per la maggioranza delle persone, e nonostante i rischi, i sacrifici e le perdite che deve affrontare per portare a termine la propria impresa non ha esitazioni. Procede imperterrito, senza vergogna, senza nascondere le proprie intenzioni e senza cercare consensi. Privo di maschere o abbellimenti, esibendo la propria passione e il proprio corpo senza pudore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*