Seravezza Fotografia. XIV Edizione

La grande fotografia torna in Versilia dal 12 febbraio con la quattordicesima edizione di Seravezza Fotografia, rassegna di respiro internazionale promossa da Fondazione Terre Medicee e Comune di Seravezza. Tre mesi di esposizioni, seminari, incontri con gli autori ed approfondimenti in uno degli scenari più suggestivi ma meno conosciuti di questo angolo di Toscana: il Palazzo Mediceo di Seravezza (Lu), splendido esempio di architettura signorile cinquecentesca iscritto al Patrimonio Unesco. Tra i temi portanti di questa nuova edizione, curata dal direttore artistico Ivo Balderi: lo straordinario viaggio fotografico di Giorgia Fiorio, Il Dono, alle origini del Credere nei cinque continenti; l’incondizionato amore del sudafricano Ken Gerhardt per la pellicola e il bianco e nero; gli arditi reportage socio-politici di Lucio Trizzino; la ricerca estetica di Stefano Viti intorno alle più intime relazioni tra uomo e natura. E ancora: le frontiere della nuova fotografia satellitare; la ribalta di Erika Zolli e Francesca Marrai, promesse della fotografia italiana contemporanea.

Fedele alle sue storiche mission – coniugare i grandi nomi della scena internazionale con il mondo della fotografia amatoriale, promuovere i giovani di talento, dialogare con il pubblico più eterogeneo – l’edizione 2017 di Seravezza Fotografia ha come ospite d’onore la fotografa torinese Giorgia Fiorio che dal 12 febbraio al 17 aprile presenta al piano nobile di Palazzo Mediceo una selezione di immagini dal progetto Il Dono, realizzato nell’arco di nove anni indagando la relazione tra l’individuo e il sacro attraverso i più antichi rituali della storia umana. Un lungo lavoro di ricerca e documentazione svolto con trentotto missioni in trenta diversi paesi del mondo che, per qualità dell’immagine e importanza della ricerca antropologica, ha avuto il patrocinio dell’Unesco. Proposta da Fondazione di Venezia, curata da Denis Curti e progettata con Gabriel Bauret, la mostra propone immagini realizzate esclusivamente in pellicola bianco e nero su negativo medio formato e stampate dall’autrice. Nell’ambito della rassegna si tiene RAM – Reflexions Masterclass Advance, seminario internazionale di fotografia contemporanea fondato nel 2012 da Giorgia Fiorio che accoglie quest’anno dodici artisti alumni e tre visiting students su nomination dello Studio Marangoni. Il 7 aprile a Palazzo Mediceo si tiene un incontro con Giorgia Fiorio, Giovanna Calvenzi e gli artisti del seminario sul tema “Visione; Immaginazione; Espressione: cos’è diventata la fotografia del nostro tempo?” che prevede un colloquio aperto al pubblico, su riservazione fino ad esaurimento posti.

Le Scuderie Granducali, sempre nell’Area Medicea di Seravezza, ospitano in parallelo le mostre B&W: l’amore per la pellicola di Ken Gerhardt (12 febbraio-5 marzo), Sporting Marble (10-26 marzo) e Strike di Lucio Trizzino (31 marzo-17 aprile). La prima riunisce sotto un unico titolo e con la matrice univoca del bianco e nero, gli scatti che il fotografo originario di Città del Capo ha realizzato (e tuttora sta sviluppando) nell’ambito di quattro diversi progetti artistici: Film Revisited, Gates ‘n Fences, The Garden Path e Off the rails. La seconda è invece una collettiva di matrice locale e con finalità benefiche (a favore della ricerca contro la distrofia muscolare) che nasce dall’idea di legare la tradizione artistica dell’area apuo-versiliese con lo sport. Nella terza il fotografo siciliano Trizzino condensa il meglio di tre suoi progetti – Luogo di luoghi comuni, Sciopero, Ansietà – centrati sull’umanità contemporanea.

Completano il cartellone le mostre Untitled (intro) di Stefano Viti presso la galleria La Seravezziana di Seravezza (17 febbraio-19 marzo), la collettiva Space Earth – Satellite Photography che per la prima volta riunisce sei dei maggiori artisti di fotografia satellitare di livello internazionale presso la galleria La Bottega di Marina di Pietrasanta, (1 aprile-14 maggio) e le esposizioni di due promettenti fotografe italiane presso il Palazzo Civico di Querceta: Ogni io che sei di Francesca Marrai (17 febbraio-23 marzo) e Sur/Real di Erika Zolli (24 marzo-17 aprile).

Infine, nel programma figurano la proiezione di audiovisivi amatoriali Il Cammino della Speranza – Religioni nel Mondo, a cura di Carlo Ciappi e Lorenzo De Francesco, alla Casa dei Giovani di Querceta (18 marzo), la sesta edizione del Premio Terre Medicee per il miglior portfolio fotografico (8-9 aprile) – con letture pubbliche dei portfolio a cura di Carlo Ciappi e Marcello Ricci della FIAF – e il workshop di Lucio Trizzino dedicato all’essenza della fotografia nella realtà e alla sua estensione narrativa (1-2 aprile), costituito da due lectio magistralis su Vedere la fotografia nella realtà e Realizzare libri di fotografia.

IL PROGRAMMA

12 febbraio – 17 aprile
Sede: Palazzo Mediceo, Seravezza Autore: Giorgia Fiorio
Titolo: “IL DONO”, a cura di Denis Curti Tipo di evento: mostra
Nota: La mostra principale della quattordicesima edizione di Seravezza Fotografia. L’esposizione, proposta da Fondazione di Venezia e curata da Denis Curti, sviluppa il tema della relazione tra l’individuo e il Sacro. Le immagini, tutte realizzate in pellicola bianco e nero su negativo medio formato e stampate dall’autrice, sono state scattate tra il 2000 e il 2009 nel corso di trentotto missioni in trenta diversi paesi, attraverso cinque continenti. Il progetto è stato concepito e curato da Giorgia Fiorio in collaborazione con Gabriel Bauret e ha ricevuto nel 2009 il patrocinio Unesco.

12 febbraio – 5 marzo
Sede: Scuderie Granducali, Seravezza
Autore: Ken Gerhardt
Titolo: “B&W: L’AMORE PER LA PELLICOLA”
Tipo di evento: mostra
Nota: Fotografo artista di Città del Capo, Ken Gerhardt inizia ad interessarsi alla fotografia dopo gli studi artistici alla Michaelis Art School, frequentando lo studio di Dirk Schwager. Ormai da quarant’anni conduce le sue ricerche fotografiche, sia in bianco e nero che a colori. A Seravezza si possono apprezzare le immagini delle serie “Film Revisited”, “Gates ‘n Fences”, “The Garden Path” e “Off the rails”, tutte scattate in negativo bianco e nero e stampate su carta baritata ai sali d’argento.

10 – 26 marzo
Sede: Scuderie Granducali, Seravezza
Autore: autori vari
Titolo: “SPORTING MARBLE”, a cura di Giulia Talini e Valentina Laura Rosi
Tipo di evento: mostra
Nota: Sporting Marble è un progetto fotografico di beneficenza (a sostegno dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) che nasce dall’idea di creare un dialogo tra Arte e Sport su un territorio compreso tra le province di Massa Carrara e Lucca, laddove il paesaggio è fortemente caratterizzato dalla presenza di attività lavorative legate al marmo. Numerosi sportivi di prestigio del territorio apuo- versiliese hanno aderito all’iniziativa accettando di farsi fotografare in location di interesse storico artistico. Gli autori delle foto sono: Simona Palumbo, Nicola Bertellotti, Stefano Baroni, Nicola Gnesi, Barbara Cardini, Libero Musetti, Mara Mazzei, Luca Ponzanelli, Patricia Franceschetti.

31 marzo – 17 aprile
Sede: Scuderie Granducali, Seravezza Autore: Lucio Trizzino
Titolo: “STRIKE”, a cura di Niccolò Lucarelli Tipo di evento: mostra
Nota: Lucio Trizzino nasce professionalmente come architetto restauratore di edifici monumentali e ha lavorato, fra i vari incarichi, ai templi di Segesta e Agrigento, alla Cattedrale di Monreale e in vari Parchi Archeologici italiani. Per molti anni ha usato la fotografia come mezzo professionale d’indagine e documentazione dell’architettura e del territorio storico, ma da un paio di decenni questa seconda  “professione” prediletta è divenuta un interesse esclusivo rivolto in modo preminente alla comprensione delle passioni umane. In questa antologica Trizzino condensa il meglio di tre suoi recenti progetti – “Luogo di luoghi comuni”, “Sciopero”, “Ansietà” – centrati sull’umanità contemporanea.

17 febbraio – 23 marzo
Sede: Palazzo Civico, Querceta Autore: Francesca Marrai Titolo: “OGNI IO CHE SEI” Tipo di evento: mostra
Nota: Francesca Marrai è una giovane fotografa versiliese laureata in Lingue e Letteratura, ama i libri, le “storie” e le realtà che la portano alla riflessione e all’immaginazione. Questa esposizione racchiude alcuni suoi autoscatti realizzati dal 2011 ad oggi. Ogni immagine rappresenta una parte dell’autrice ed è ispirata da quei luoghi o oggetti che la attraggono e la aiutano a ricostruire il suo mondo, a ricordarsi chi è, o forse a farglielo scoprire pian piano.

17 febbraio – 19 marzo
Sede: Galleria La Seravezziana, Seravezza Autore: Stefano Viti
Titolo: “UNTITLED (INTRO)”
Tipo di evento: mostra
Nota: Nato a La Spezia, Stefano Viti scopre la fotografia da giovanissimo. A ventidue anni si trasferisce a Milano per frequentare un corso e lavora negli anni successivi in qualità di assistente per numerosi fotografi internazionali. A trent’anni inizia la sua carriera come libero professionista nel campo della moda. Da tempo la sua ricerca e i suoi lavori si orientano verso progetti artistici segnati da una forte sperimentazione astratta. I suoi lavori mirano ad analizzare la coscienza e la psicologia umana sotto l’aspetto sociologico e affrontando la relazione uomo-natura. A Seravezza presenta una raccolta di immagini su questo tema.

24 marzo – 17 aprile
Sede: Palazzo Civico, Querceta Autore: Erika Zolli
Titolo: “SUR/REAL”
Tipo di evento: mostra
Nota: Erika Zolli è una fotografa specializzata in fine-art. Dopo la laurea in Filosofia si è avvicinata alla fotografia come autodidatta. Attualmente vive e lavora a Milano. Tiene workshop di fotografia creativa in Italia e in Spagna. I suoi lavori sono un mix di surrealismo e di delicatezza in cui i soggetti interagiscono direttamente con lo spazio circostante, creando un valore extrasensoriale e magico. La mostra che presenta a Seravezza comprende i suoi due progetti più recenti: “Surreal Arabesque” e “Me at my best”.

1 aprile – 14 maggio
Sede: Galleria La Bottega, Marina di Pietrasanta
Autore: Autori vari
Titolo: “SPACE EARTH – SATELLITE PHOTOGRAPHY”, a cura di Maurizio Marco Tozzi Tipo di evento: mostra
Nota: La mostra riunisce per la prima volta sei dei maggiori artisti di fotografia satellitare di livello internazionale che si dedicano alla reinterpretazione dei vari paesaggi terrestri realizzati tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie web. Aderiscono al progetto: Jenny Odell (U.S.A.), Max Serradifalco (Italia), David Thomas Smith (Irlanda), Federico Winer (Argentina), Stephen Lund (Canada) Carlo Alberto Treccani (Italia)

18 marzo
Sede: Casa dei Giovani, Querceta
Titolo: “IL CAMMINO DELLA SPERANZA – RELIGIONI NEL MONDO”, a cura di Carlo Ciappi e Lorenzo De Francesco
Tipo di evento: proiezione di audiovisivi amatoriali
Nota: Da un’idea di Lorenzo De Francesco ed ispirato al pensiero di P. Teilhard de Chardin, un percorso di riflessione costituito da una selezione di audiovisivi amatoriali scelti fra i pochi che trattano esplicitamente il tema delle religioni, ovvero che raccontano, secondo il punto di vista degli autori, la religiosità dei popoli del mondo. I documenti fotografici sono accompagnati da semplici commenti di contrappunto per stimolare la riflessione e preparare il pubblico alla visione. Il progetto è realizzato grazie alla disponibilità dei circoli fotografici nazionali, degli autori della Collezione Internazionale Audiovisivi del Servizio Audiovisivi della FIAP (Fédération Internationale de l’Art Photographique) e di quelli nazionali del Dipartimento Audiovisivi Fotografici della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche).

1-2 aprile
Sede: Scuderie Granducali, Seravezza
Titolo: “INDAGARE LA REALTÀ”
Tipo di evento: workshop a cura di Lucio Trizzino
Nota: In concomitanza con la mostra che lo vede protagonista in cartellone, Lucio Trizzino tiene un workshop dedicato all’essenza della fotografia nella realtà e alla sua estensione narrativa. Sarà costituito da due lectio magistralis pomeridiane: “Vedere la fotografia nella realtà” e “Realizzare libri di fotografia”.

7 aprile
Sede: Palazzo Mediceo, Seravezza
Titolo: “VISIONE; IMMAGINAZIONE; ESPRESSIONE: COS’È DIVENTATA LA FOTOGRAFIA DEL NOSTRO TEMPO?”
Tipo di evento: colloquio
Nota: Giorgia Fiorio, Giovanna Calvenzi e gli artisti che partecipano al seminario RAM Reflexions Masterclass Advance incontrano il pubblico (su riservazione fino ad esaurimento posti ed acquistando il biglietto d’ingresso alla mostra)

8-9 aprile
Sede: Scuderie Granducali, Seravezza
Tipo di evento: LETTURA PORTFOLIO FOTOGRAFICI a cura di Carlo Ciappi e Marcello Ricci Nota: Sesta edizione del Premio Terre Medicee per il miglior portfolio fotografico

Dal 12 Febbraio 2017 al 14 Maggio 2017

Seravezza | Lucca

Luogo: Palazzo Mediceo e altre sedi

Enti promotori:

  • Regione Toscana
  • Provincia di Lucca
  • FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche)

Telefono per informazioni: +39 0584 757443

E-Mail info: info@seravezzafotografia.it

Sito ufficiale: http://www.seravezzafotografia.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*