Articoli

Postcard from New York — Part II

E’ New York, con la sua complessa e variegata scena sociale e culturale, la protagonista della mostra Postcard from New York — Part II, inaugurata lo scorso 6 giugno presso la galleria Anna Marra Contemporanea di Roma.

Curata da Larry Ossei-Mensah e Serena Trizzino, l’esposizione è la seconda di una serie iniziata nel 2016, e coinvolge i lavori di: Derrick Adams, Firelei Báez, Alexandria Smith e William Villalongo, Paul Anthony Smith e Abigail DeVille, quest’ultima presente con un’installazione posizionata all’interno del cortile della galleria.

La metropoli newyorchese è oggi il luogo con la più alta percentuale di abitanti di colore (circa 2 milioni); ciò significa che il 25% della sua popolazione è di origine africana (e con africana si intende afro-latina, afro-caraibica e afro-americana).

Se nel passato gli Stati Uniti si sono spesso macchiati di comportamenti scorretti nei confronti della popolazione nera, oggi il problema al quale si sta finalmente ponendo rimedio è la scarsa attenzione culturale che per decenni è stata rivolta agli artisti di colore.

Questa mostra intende celebrarne l’operato e mostrare, attraverso il filtro dello sguardo di questi cinque artisti di origine africana che vivono e lavorano a New York, temi come quello della migrazione, della razza, dei diritti umani e del pregiudizio, correlati alle vicende che hanno visto protagonisti i partecipanti della diaspora africana. Ognuno di loro, attraverso le sue opere (su tela, carta o collage), cerca di rappresentare cosa voglia dire essere oggi una persona di colore in America, quali siano le contraddizioni ancora presenti piuttosto che gli spiragli di apertura.

Il discorso però non si limita alla compagine geografica statunitense, ma tenta di allargarsi su grande scala, proponendosi come una riflessione internazionale che sia grado di abbracciare l’intera situazione umana associabile a queste tematiche.

 

 

Anna Marra Contemporanea

Via di S. Angelo in Pescheria, 32

dal 6 giugno al 27 luglio 2018

dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.30 (chiuso i festivi)

www.annamarracontemporanea.com