Articoli

Fotonica: il festival delle arti luminose

Il fotone è il più piccolo frammento luminoso dell’universo, una particella di dimensioni microscopiche ma dalla straordinaria potenza creatrice, in grado di dare origine a ogni forma di luce. A esso e allo “scintillante universo creativo” che è in grado di generare è dedicato il festival Fotonica, che si svolgerà dal 7 al 15 dicembre prossimi al Macro Asilo di Roma.

Giunto alla sua seconda edizione, Fotonica è un festival gratuito dedicato alle forme d’arte contemporanea legate all’elemento luce e che perciò si propone di indagare e promuovere l’innovazione delle arti audio-video e digitali. È parte del programma di Contemporaneamente Roma 2018, ed è realizzato con la collaborazione di alcune tra le più importanti manifestazioni internazionali attive nello stesso campo come lo Zsolnay Light Festival (Ungheria), l’Athens Digital Art Festival (Grecia), il Patchlab Festival (Polonia) e il Videomapping Mexico.

I numeri di quest’anno sono veramente notevoli: per la manifestazione verranno messi in campo ben 65 artisti, 4 performance e 6 installazioni audio-video, 3 workshop, 7 lecture, oltre a 3 live set musicali e più di 40 partner internazionali.

Parte centrale del festival saranno le performance, che si terranno nel foyer del museo. Si partirà con OVV, la performance degli ungheresi Glowing Bulbs, seguita da Go Back to Hiding in the Shadows di Pandelis Diamantide, Digilogue di Studio Otaika e Iterations dell’artista russo Procedural. Il foyer del museo ospiterà ogni giorno anche tutti gli altri appuntamenti della manifestazione: le installazioni audio-video, quelle di light art, e il videomapping. Per tutta la durata del festival sarà poi visitabile anche la mostra di Net Art Net Paintings, realizzata come lo scorso anno in collaborazione con il progetto Shockart.net.

Ampio spazio verrà poi dedicato anche alle lecture, che si terranno presso la sala cinema e l’auditorium del Macro Asilo. Esperti del settore si racconteranno in diversi appuntamenti per incoraggiare l’avvicinamento del pubblico al mondo delle arti audio-visive e digitali e favorirne l’approfondimento teorico. Ad interessare i partecipanti ai temi del festival attraverso un’esperienza più pratica e diretta sarà poi il workshop di Videomapping (in programma per il 7 e il 14 dicembre), mentre i più piccoli saranno avvicinati alla cultura digitale attraverso gli stimoli creativi dei laboratori di animazione Animating your star e Dalla luce alla proiezione. Ci sarà poi spazio anche per la musica, con i dj e vj set di musica elettronica organizzati con LPM Live Performers Meeting e Manifesto delle Visioni Parallele.

Ad anticipare il festival e fornire un assaggio di questa nuova edizione sarà l’anteprima che si terrà il prossimo 1 dicembre presso la Centrale Montemartini. Per l’occasione verrà presentata la performance ONNFrame di Ipologica + FLxER Team, in cui forme, narrazioni, suoni e colori si fonderanno tra loro e con la suggestiva location in un dialogo generato in tempo reale da una band di 4 elementi, tre musicisti del collettivo Ipologica e la Vj Liz.

 

 

Per maggiori informazioni e il programma dettagliato delle attività: https://fotonicafestival.com