Articoli

Francesco Zizola “Sale, Sudore, Sangue”. Un racconto fotografico tra phatos e tradizione

Fino al 17 Settembre 2017 sarà possibile visitare presso la Sala Volta dell’EXMA di Cagliari la mostra del fotografo, pluripremiato a livello internazionale, Francesco Zizola dal titolo Sale, Sudore, Sangue che mette in scena scatti in bianco e nero realizzati negli ultimi cinque anni nelle tonnare sarde del sud Sardegna, tra Portoscuso e Porto Paglia. La mostra fa parte di un più ampio progetto Hybris che indaga e analizza i limiti dell’uomo rispetto agli elementi naturali e all’ambiente che lo circonda.

Ecco perché Zizola sceglie di fotografare uno spaccato della Sardegna differente dai soliti clichè ma incentrato su un rituale di pesca antico e inusuale ai giorni d’oggi, la mattanza, che seppur cruento rispetta in tutto e per tutto la vita e l’ecosistema marino. Una pesca selettiva e concentrata in un breve periodo di tempo, un’antica pratica che rischia di scomparire a causa della pesca intensiva di tipo industriale.

Negli scatti di Francesco Zizola emerge in modo evidente quel forte legame di sangue, quella forte relazione simbiotica tra i pescatori ed il mare. Foto in bianco e nero che riescono a farci entrare nella scena e vivere appieno le fasi di questo “rito”, regalandoci emozioni, intensità e phatos.

Un racconto fotografico che si concentra sulla forza del gesto e dello sguardo, riuscendo a valorizzare appieno un mestiere duro e sempre più in estinzione come quello del pescatore, ma che allo stesso tempo permette di inabissarsi nell’infinito del mare.

Francesco Zizola è nato a Roma nel 1962, si è laureato in antropologia e ha cominciato a occuparsi di fotografia in modo professionistico nel 1981. Oggi è tra i fotografi italiani più famosi e apprezzati a livello internazionale: negli anni le sue fotografie sono apparse su riviste e giornali di tutto il mondo ed è stato premiato World Press Photo– tra cui nel 1997 per la miglior foto dell’anno – e sei volte al Picture of the Year Internation. Ha pubblicato diversi libri e le sue fotografie sono state esposte in molte città d’Europa. Zizola è tra i fondatori dell’agenzia fotografica Noor e ha aperto il centro per la fotografia 10b Photography, a Roma.

 

Sardegna. 18 giugno 2016.
Un tonnaroto comincia a eviscerare un grande esemplare di tonno rosso appena pescato. Le interiora del tonno saranno distribuite nel mercato alimentare mondiale.
© Francesco Zizola

Tonnara di Porto Paglia, Sardegna, 3 giugno 2016. I tonnaroti tirano la leva mentre i tonni iniziano la loro ultima danza nella camera della morte.
Tonnara of Porto Paglia, Sardinia, 3 June 2016
Tonnaroti pull the nets while the tuna start their last dance in the chamber of death.

Tonnara di Porto Paglia, Sardegna, 18 maggio 2017. Dopo una giornata di duro lavoro i tonnaroti si apprestano a tornare al porto.
© Francesco Zizola

 

Cagliari

Fino al 17 settembre 2017

EXMA, Sala delle Volte

Sale Sudore Sangue

Dal 18 luglio al 17 settembre la Sala delle Volte dell’EXMA di Cagliari ospita Sale Sudore Sangue, progetto originale di Francesco Zizola per Consorzio Camù e 10b Photography. In mostra le fotografie, scattate negli ultimi cinque anni da Zizola tra Portoscuso e Porto Paglia, che raccontano l’antico metodo di pesca del tonno rosso sviluppato nelle tonnare.
 
Le immagini di Zizola sono state pubblicate in tutto il mondo dalle più importanti testate italiane e internazionali. Per il suo lavoro ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui dieci World Press Photo e sei Picture of the Year International.
 
 
Cagliari
Sala delle Volte dell’EXMA
Fino al 17 settembre 2017

Like a samba: tre grandi fotografi raccontano la saudade brasiliana

«Non esistono due viaggi uguali che affrontano il medesimo cammino», ha scritto Paulo Coelho. Tre men che meno, aggiungiamo noi. Ce lo dimostrano tre grandi fotografi, uno svizzero, un americano e un italiano, che hanno affrontato lo stesso viaggio in Brasile, raccogliendo però esperienze e ricordi diversi tra loro, e raccontando con gli occhi di tre stranieri le diverse anime di uno stesso paese.

I tre fotografi in questione sono René Burri, David Alan Harvey e Francesco Zizola, e il risultato dei loro viaggi è oggi esposto a Roma, con la mostra Like a samba, alla Ilex Gallery fino al 21 luglio. Per la prima volta in assoluto venti foto scattate da questi autori in terra brasiliana sono esposte insieme, con la cura di Deanna Richardson e Daniel Blochwitz, sapientemente mescolate tra loro a creare un discorso unico.

Private dell’ausilio delle didascalie, infatti, le opere non sono individuate singolarmente, ma si mescolano all’interno della mostra in un unico ritmo, in un unico racconto, che procede da solo senza bisogno di spiegazioni.

Un racconto che, “come una samba”, si muove al passo della ragazza di Ipanema, tenendo il pubblico sulle spine con la sua bellezza malinconica. Un racconto enigmatico e nostalgico, che ben si addice a mostrare in tutta la sua forza la famosa saudade brasiliana.

Un racconto fatto però di contrasti, in cui l’anima divisa, duplice, del paese, si rivela senza mezzi termini e si fa protagonista. Contrasti che si manifestano sia a livello formale, nell’accostamento tra grandi e piccoli formati, tra cornici chiare e scure, tra cupi bianchi e neri e colori brillanti, sia a un livello più profondo, in quello che emerge inevitabilmente tra il lusso delle spiagge esotiche popolate di bikini succinti e occhiali da sole, e le realtà ben più dure e problematiche che da sempre si nascondo dietro di esso.

Del resto, per citare di nuovo il brasiliano Coelho, «Dio, nella sua infinita saggezza, ha nascosto l’inferno in mezzo al paradiso per fare in modo che stessimo sempre attenti».

Fino al 21 luglio 2017

ILEX Gallery
via San Lorenzo da Brindisi 10b
Roma
http://ilexphoto.com/