Articoli

Gli “ostaggi” di Alessandra Brown in mostra a Roma

Dopo mesi surreali e difficili, finalmente in Italia iniziano nuovamente a fiorire gli eventi culturali e riaprono le esposizioni. Anche la galleria Curva Pura di Roma riapre le sue porte venerdì 19 giugno, con l’inaugurazione di Hostages, mostra personale di Alessandra Brown.

La mostra, a cura di Vittorio Beltrami e Andrea Romagnoli, presenta al pubblico gli ultimi lavori dell’artista: una serie di fotografie su mixed media, caratterizzate da stratificazioni materiche (e di significato). Le opere, che nel comunicato stampa vengono definite un incrocio tra fotografia e scultura installativa, si inseriscono all’interno di un interesse della galleria, avviato nelle più recenti stagioni espositive, verso “le intersezioni più sperimentali provenienti da artisti italiani ed internazionali”.

Si tratta di una sorta di collage composti da due tipologie di immagini, proprie dell’immaginario visivo dell’artista (nata in Inghilterra ma cresciuta in Romagna) e già protagoniste separatamente di sue precedenti ricerche: le foto trovate da album di famiglia e il repertorio di immagini turistiche della riviera romagnola.

Le immagini che risultano da questa unione, caratterizzate da delicate tonalità pastello, appaiono formalmente belle e attentamente calibrate, ma lasciano emergere anche una certa tensione e ambiguità. I soggetti appaiono infatti intrappolati, come appunto degli ostaggi.

Figure in bianco e nero (le immagini da album di famiglia) affiorano a malapena sotto soffocanti strati di materia. In bilico tra l’assenza e la presenza, tra il passato e il presente, appaiono sospese in una dimensione atemporale, bloccate in una condizione di instabilità e incertezza. Come si legge nel testo di accompagnamento alla mostra “Sono ospiti di un tempo remoto, memoria di intima felicità, che lo sguardo stenta ad intravedere ma si ferma a cercare”. Altre figure a colori, immagini di una realtà più contemporanea (le reti di plastica, le piante avvolte da sacchi neri, la bottiglia di Coca Cola), emergono invece portando alla luce un immaginario fatto di consumismo e decadenza, a sottolineare l’impatto del turismo di massa sul territorio, e forse anche un generale cambiamento nella scala dei valori…

La mostra sarà visitabile nelle serate del 19, 20 e 21 giugno, e su appuntamento fino a fine luglio.

Alessandra Brown – Hostages
19 – 20 – 21 giugno 2020 dalle 18.00 alle 23.00 / Luglio su appuntamento
Curva Pura
Via Giuseppe Acerbi, 1a
Roma