Articoli

Jim Dine

Mezzo secolo in 60 opere: in mostra al Palazzo delle Esposizioni di Roma lo spirito libero di Jim Dine, in una monografica curata da Daniela Lancioni in stretta collaborazione con l’artista stesso.

Nato a Cincinnati ne 1935, Dine sfugge a qualsivoglia classificazione; originale e sovversivo, il suo lavoro ha marcato la cultura visiva contemporanea; spesso erroneamente considerato artista Pop, è in realtà un artista scevro da condizionamenti stilistici, fiero di non appartenere ad alcun gruppo preciso.

In mostra una serie di tele e sculture che coprono un lungo arco temporale, dal 1959 al 2016, esposte in ordine cronologico insieme a un apparato iconografico che ci restituisce la memoria visiva dei suoi happening. Dine è protagonista della mostra in tutti i sensi: attraverso una serie di video interviste abbiamo modo di approfondire la sua conoscenza ed entrare così a pieno nella sua poetica.

Molti i prestiti eccellenti, provenienti dall’Italia, dall’Europa e dagli Stati Uniti. Particolare rilievo ha senza dubbio il nucleo dalle opere che Jim Dine ha donato nel 2017 al Musée national d’art moderne – Centre George Pompidou di Parigi, concesso in blocco per questa esposizione. Inquietanti e affascinanti i suoi combine paintings; la tela e la pittura si uniscono ad oggetti di uso quotidiano, generando un effetto straniante e dai profondi risvolti psicologici e semiotici.

 

 

Palazzo dell’Esposizioni

dall’11 febbraio al 2 giugno 2020

Via Nazionale, 194

Domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle 10.00 alle 20.00

Venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30

www.palaexpo.it