Articoli

Duilio Cambellotti. Mito, sogno e realtà

L’eleganza e il talento declinato in molteplici forme: questo e molto altro ancora traspare dalla mostra antologica dedicata all’artista Duilio Cambellotti, visitabile presso i musei di Villa Torlonia fino al prossimo 11 novembre.

La mostra, curata da Daniela Forti, responsabile scientifico dell’archivio dell’opera di Duilio Cambellotti e da Francesco Tetro, direttore del Museo Civico Duilio Cambellotti di Latina, consta di 200 opere, che ripercorrono l’intera produzione del maestro.

All’interno delle otto sale del Casino dei Principi sono allestiti disegni, bozzetti, vetri decorati, ceramiche, filatelia, manifesti, complementi d’arredo: un universo raffinato, curato in ogni dettaglio, permeato dall’armonia e dalla bellezza tipicamente liberty, caratterizzato da una linearità che, se a prima vista può apparire semplicemente decorativa porta in sé invece anche vigorosi elementi strutturali e formali.

Una sezione distaccata è ospitata invece nel Casino Nobile, dove sono esposte una serie di sculture oltre che apparati scenografici e costumi teatrali: il teatro fu infatti una delle grandi passioni di Cambellotti, che mise al servizio di questo mondo il suo estro multidisciplinare.

L’artista fu un rappresentante di spicco di quella versatilità propugnata dal movimento inglese delle Arts & Crafts; fu infatti in grado di spaziare tra espressioni artistiche molto diverse fra loro, con una resa finale però universalmente convincente.

E’ interessante notare come in lui convivano in maniera serena e produttiva due anime molto diverse tra loro: da una parte una produzione legata a un ambito più intimo e personale, come quello domestico, dall’altra il mondo della pubblicità e a tratti della propaganda (basti pensare ai manifesti dedicati alla bonifica dell’agro pontino).

Quest’ultimo aspetto però è sempre colto non con spirito di parte politica bensì come un tentativo di sublimare nella bellezza qualsiasi cosa passasse nelle mani dell’artista, che fosse un progetto sociale piuttosto che una tragedia da rappresentare su un palco.

La mostra, organizzata in collaborazione con la Galleria Russo di Roma e la Fondazione Cultura e Arte, è accompagnata da un catalogo edito da Silvana Editoriale.

 

 

Duilio Cambellotti. Mito, sogno e realtà

Musei di Villa Torlonia

Via Nomentana, 70

Dal 6 giugno all’11 novembre 2018

Dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.00

www.museivillatolonia.it