Articoli

Pomezia si illumina con l’arte

Dal 21 al 23 settembre Pomezia si illumina con l’arte. Torna infatti la manifestazione artistica Pomezia Light festival, che quest’anno metterà in campo ben 27 artisti, 8 dei quali internazionali, in mille metri quadrati di percorso luminoso. Giochi di luce, performance, colori e proiezioni faranno rivivere gli spazi pubblici della cittadina laziale, spingendo gli spettatori a guardarli con occhi nuovi.

Tema di questa edizione sarà la Smart City, la città intelligente e ideale già immaginata dagli intellettuali del Rinascimento, un luogo in cui l’armonia e la bellezza dell’architettura si sposano con la lungimiranza del governo politico e la vita della comunità, fondendo estetica, funzionalità e ideali. L’idea degli organizzatori – il collettivo Opificio in collaborazione con il Comune di Pomezia – è quindi quella di ridisegnare le strade della città attraverso le opere, in un intervento di rigenerazione urbana e riqualificazione del patrimonio edilizio. Pomezia è la città ideale per tutto ciò: moderna ma con una storia alle spalle, è l’unico vero polo industriale del Lazio, con delle strutture urbanistiche che si prestano perfettamente alla realizzazione di interventi estetici luminosi.

Quest’anno il festival si articolerà in tre sezioni: AroundTheCity, dedicata a digital performance, media performance, video teatro, video installazioni, installazioni luminose, light art, light design, digital art; EyesUpTower, dedicata alle operazioni di videomapping o live mapping sulla Torre Civica; e FunAtBeach, dedicata alle live performance, in particolare AV performance, live cinema, VJing.

Le luci si accenderanno ogni giorno alle 21.30. Condizione essenziale per l’evento infatti è l’oscurità, ma quest’anno il festival non vive solo di notte: sono in programma anche diversi incontri, workshop e masterclass aperti a tutti. Per maggiori informazioni sul programma e per prenotare gratuitamente le attività: www.pomezialightfestival.it.

 

 

Dal 21 al 23 settembre 2018

Pomezia

Ingresso gratuito