Articoli

Innocenti. Un’artista dalla sensibilità contemporanea

Roberto Innocenti non si limita all’aspetto tecnico ma deve necessariamente coinvolgere la personalità dell’artista in tutta la sua complessità. Narra la storia per immagini delle campagne toscane, dei suoi monumenti vista, dal fulcro socio familiare fino a una spersonalizzazione della sua arte.

L’osservatore si trova così di fronte a una linea interpretativa ben precisa che invita a contemplare l’opera da diversi punti di vista.

La capacità dell’opera d’arte è creare un rapporto simbolico, un’attitudine a creare un legame intellettuale, sociale, con coloro che la scoprono.

Innocenti adotta l’ottica del bambino protagonista e tramite i suoi occhi mostra al lettore i suoi sentimenti, attraverso una presa di coscienza che va progressivamente a inserirsi nell’osservatore. La sua funzione narrativa diventa luogo mitico del distacco e del disincantato ingresso nel mondo reale fatto di finzione. Innocenti unisce abilmente realtà e finzione, facendo interagire piani e schemi narrativi diversi da creare la narrazione che servirà da impalcatura a una storia fantastica.

Innocenti, con la sensibilità del grande artista, sente e avverte l’importanza del frangete storico e grazie alla sua arte costantemente fondata su un’attenta documentazione tende a ideare un racconto che trasmette all’occhio la forza immediata dell’arte.

Ciascuna immagine crea un vero e proprio album fotografico, tanto che le immagini costituiscono metafore iconografiche della vita. Il protagonista è il colore. Esso è in grado di conciliare modernità, tradizione e nuovi approcci alla visione in delicato connubio di un grande artista dei nostri giorni.

Emerge subito dalla personalità dell’artista come la definizione del contemporaneo non si debba limitare all’aspetto tecnico ma debba coinvolgere l’artista.

Innocenti con la sensibilità del grande artista sente e avverte l’importanza autodidattica dell’opera da raccontare, fondata su un’accurata documentazione storica, ideando così un racconto per immagini insieme potente e delicato. L’opera d’arte così crea il suo esistere in rapporto alla sua epoca e alla storia, creando testimonianze tangibili della sua esistenza.