Articoli

From Tor Bella with Love: tre artisti per raccontare la periferia

Agglomerati urbani, segnali stradali, materiali da cantiere invadono gli spazi in una concomitanza di segni che ci raccontano un luogo, nello specifico una periferia a volte dimenticata. From Tor Bella with Love è il nuovo progetto espositivo che inaugura la nuova stagione di Spazio In Situ, l’artist run space e laboratorio condiviso, esempio di rigenerazione urbana giovane e frizzante.

Con From Tor Bella with Love Christophe Constantin, Marco De Rosa e Daniele Sciacca, ci offrono tre modi diversi di vedere e conoscere la periferia, in particolare la strada, creando un dialogo che ne metta in risalto pregi e difetti. Come una cartolina, le opere in mostra propongono un percorso che dalla strada ci porta in uno spazio in cui l’incognita e la diversità si pone reale davanti agli occhi dell’interlocutore cercando di porre delle domande e immaginare delle risposte.

È un sistema di segni e simboli quello costruito dai tre artisti, attraverso un linguaggio mnemonico e personale che appartiene all’immaginario collettivo, e un linguaggio segnico in cui i simboli si annullano nella loro funzione primaria conducendo all’assurdo e al non-sense. Questa duplice funzionalità del gesto e dell’azione, determinano una riflessione multidirezionale che sancisce degli abbattimenti spazio-temporali e ci interroga su un sistema cittadino segnato da una contraddittorietà di fondo data da unicità e differenze. Lo spazio si presta a degli interrogativi definiti da peculiarità di senso, da oggetti nati per veicolare sistemi e codici della strada, che diventano nella loro reinterpretazione estetica, ironica e talvolta paradossale, sistemi binari in cui confluiscono criticità e contraddizioni. Contemporaneamente, riflessioni più latenti e celate sono il pretesto per costruzioni dalle fattezze quasi scultoree in cui limiti e possibilità, come ad esempio la delimitazione di un territorio, si annullano vicendevolmente e propongono visioni e spazi alternativi, inevitabili forme di riflessione critica dell’uomo di fronte a un agglomerato urbano invasivo e talvolta degradato e abbandonato. Infine, non manca l’aspetto performativo che attiva e vivacizza lo spazio, dando un assaggio di quella realtà urbana che ci avvolge e che, in qualche modo, si pone come esasperazione di una visione puramente turistica della strada.

From Tor Bella with Love è una narrazione che richiede uno sguardo divertito e attento allo stesso tempo, una cartolina che dalla città ci porta in periferia e ce ne mostra i lati peculiari e contraddittori. La strada come metafora di modi di vivere e capacità di dialogo e interconnessioni, si presenta libera da determinati metodologie comportamentali creando, però, piccoli campanelli dall’allarme che interrogano inesorabilmente una realtà precaria in cui l’individuo è spettatore passivo e condizionato.

In Situ con From Tor Bella with Love inaugura una nuova programmazione made in situ, che vede i propri artisti mettere in connessione e in dialogo i propri unici e singolari linguaggi artistici con tre collettive con l’obiettivo comunitario di riflettere e mettere in evidenza gli elementi che identificano l’artist run space per eccellenza della periferia romana.

From Tor Bella with Love.

Christophe Constantin, Marco De Rosa, Daniele Sciacca

fino al 1° dicembre 2019

Spazio In Situ

Via San Biagio Platani 7 – Roma