Articoli

Tracing Vitruvio. Il De Architectura riletto attraverso le opere di Agostino Iacurci

Una tra le principali fonti della moderna conoscenza sui metodi costruttivi degli antichi romani, il De Architettura di Marco Vitruvio Pollione, è stato senza ombra di dubbio non solo un documento storico alla base delle conoscenze tecniche e pratiche dell’architettura ma ha avuto il compito di definirla sia come vera e propria scienza e, allo stesso tempo, ha permesso di riconoscerne l’attività intellettuale secondo cui l’architetto deve essere dotato di un sapere completo ed enciclopedico.

Partendo da queste premesse, Agostino Iacurci. Tracing Vitruvio. Viaggio onirico tra le pagine del De Architectura a cura di Marcello Smarrelli con la consulenza scientifica di Brunella Paolini e in collaborazione con l’Ente Olivieri – Biblioteca e Musei Oliveriani, è un progetto site specific elaborato, complesso e senza dubbio audace in cui, ancora una volta, si pone in dialogo il classico con il contemporaneo mostrando da un lato le forti connessioni e influenze che certe nozioni del passato hanno tuttora sulla composizione artistica odierna, dall’altro proponendo un confronto diretto tra due forme di composizione estetica. Da una parte la teoria, la scrittura e la stampa risalente al periodo del Rinascimento, dall’altra un linguaggio visivo immediato e inconfondibile, tale è quello di Agostino Iacurci, artista conosciuto per i suoi dipinti murali e per il suo stile compositivo geometrico, dalle ampie campiture cromatiche perfettamente bilanciate.

Il progetto è stato pensato per accompagnare il pubblico in questa duplice lettura delle teorie Vitruviane e per celebrare la figura del teorico attraverso un percorso che si snoda su due canali, uno più tradizionale e filologico con l’intento di analizzare il testo risalente al I sec. a.C., che presenta una selezione di dieci edizioni, rare e preziose, provenienti dalle raccolte oliveriane e conservate presso i Musei Civici di Pesaro. L’altro più onirico e libero, pensato appositamente dall’artista Agostino Iacurci, dove le creazioni vitruviane prendono forma attraverso il linguaggio caleidoscopico e surreale dell’artista.

Partendo proprio dagli splendidi esempi di incisione utilizzati dagli artisti del passato come illustrazione del testo, Iacurci interviene dandone una nuova e originale interpretazione. Gli elementi architettonici, si permeano di nuova vita, attraverso una composizione in cui domina il colore brillante e dove è costante un principio di decostruzione e scomposizione degli elementi candidi e perfetti tipici dell’antichità classica, a favore di un ritorno all’essenza dell’elemento architettonico, una chiarezza e semplificazione delle forme geometriche ridefinite e composte attraverso l’uso della luce e dei colori brillanti, una tensione unica che introduce aspetti che perfettamente s’incastrano tra il classico e il contemporaneo. Capitelli, colonne, cariatidi sembrano tutti rianimarsi e riappropriarsi della vitalità da cui sono stati creati a favore di un’esposizione unica che permette una lettura stratificata, a più livelli semantici.

L’esposizione in programma a Palazzo Mosca – Musei Civici dal 14 luglio al 13 ottobre 2019, fa parte del ciclo “Mostre per Leonardo e per Raffaello” a Pesaro, Fano e Urbino, un progetto diffuso e messo in campo dai tre comuni nell’ambito delle celebrazioni promosse dal MIBAC per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci nel 2019 e di Raffaello Sanzio nel 2020, realizzato con il sostegno dei rispettivi Comitati nazionali, il contributo della Regione Marche e l’organizzazione di Sistema Museo.

La mostra è realizzata in collaborazione con M77 Gallery di Milano.

 

Agostino Iacurci. Tracing Vitruvio. Viaggio onirico tra le pagine del De Architectura

a cura di Marcello Smarrelli

fino al 13 ottobre 2019

Palazzo Mosca – Musei Civici, Pesaro

 

Orari: luglio – settembre, martedì – domenica h 10-13/16-19.30; ottobre, martedì – giovedì, h 10-13 e venerdì – domenica, h 10-13/15.30-18.30; 11-23 agosto 2019 in occasione del Rof, tutti i giorni 10-13/16-19.30

Ingresso: Intero € 12; Ridotto € 8

Per maggiori informazioni consultare il sito www.mostreleonardoraffaello.it