Thierry Konarzewski. Enosim, il posto delle anime

Fino al 14 maggio 2017 Cartec, Galleria Comunale di Cagliari, ospiterà la mostra personale Enosim di Thierry Konarzewski, un arista che ha trascorso la sua vita sull’immaginazione visiva, un’immersione completa nel mondo animista.

Mostrò fin da subito un interesse verso la società industriale, guardando il ruolo di ciascun individuo per la perdita dell’estetica, che aveva favorito quest’attrazione estetica e la memoria degli oggetti, creando una simbiosi tra natura e il suo ambiente circostante.

L’artista scoprì negli oggetti un linguaggio metaforico fatto di suoni e visioni, una metafora dell’anima umana, di una società alla ricerca dell’etica e dell’estetica. Enosim racconta un’avventura umana, quella della nostra società, con la consapevolezza che ogni oggetto abbandonato o riciclato ha una sua anima.

Le immagini della mostra invitano ad accettare questo cambiamento di stato, all’affermazione della vita sull’eternità sconosciuta. La mostra si colloca in una metamorfosi, in questa mutazione obliqua, dove lo sguardo attento di un camminatore sappia cogliere la bellezza o il dolore o la presenza dell’anima degli oggetti.

Thierry Konarzeski è un visionario, prima che fotografo e prima che artista è un uomo del nostro secolo. Il suo sguardo non è quello del fotografo che fotografa ma dell’uomo che umanizza, che dona vita, che fa assomigliare le cose a dei volti e a sentimenti, che ispeziona le profondità delle cose come un bambino sa fare. Alla base di questa catalogazione c’è una metamorfosi del popolo sulla nostra società. L’inservibilità delle cose e la loro dimensione metaforica perviene la narrazione della mostra come un viaggio iniziato, un viaggio affondato sulle nostre cose, esausto e vagabondo.

Le foto ci osservano, ci ammoniscono, ci consegnano alla nostra mortalità, è lo sguardo di un fotografo che va oltre la memoria delle nostre azioni.

 

 

 

 

Cartec Galleria Comunale di Cagliari

Dalle 10,00 alle 18,00

Dal lunedì alla domenica

Chiuso il martedì

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*