Venice Perfomance Art Week 2016 – Quando il Corpo si fa Perfomance

E’ giunta oramai alla sua terza edizione la Venice Performane Art Week 2016 in scena a Palazzo Mora e Palazzo Michiel dal 10 al 17 dicembre 2016 dal titolo Fragile Body – Material Body [Corpo fragile – Corpo materiale], che rappresenta il capitolo conclusivo della trilogia dedicata al corpo. Una biennale internazionale che vede la partecipazione di oltre 80 artisti provenienti da varie parti del mondo che si interrogano sul ruolo del corpo nello spazio e nella società attraverso interventi performativi, di matrice artistica, con l’intento di sviluppare una lettura profonda tra lo stato attuale e quello del passato. In questo modo il Corpo diventa una sorta di “ponte” tra lo spazio ed il pubblico, non più visto come elemento plastico decifrabile-indecifrabile ma puro spaccato fotografico della stessa società.

Una performance nella performance che vede coinvolti molti artisti d’onore del calibro di Giovanni Fontana, Franko B, Antonio Manuel e in mostra vede la partecipazione di John Baldassarri, John Cage & Klaus, Vam Bruck, Sophie Calle, Bruce Naumen e tanti altri.

Oltre al programma ufficiale, ospitato nelle due sedi, vi saranno tanti altri eventi collaterali nella città: ad esempio la Galleria d’Arte AplusA dal 13 dicembre inaugura la mostra The Material Body Art, una collettiva incentrata sulla pratica del collage indagando un fare artistico dei paesi dell’Est Europa con un diretto rimando all’Avanguardia degli anni sessanta.

Otto giorni in cui la città di Venezia diventa un vero e proprio centro di sperimentazione e documentazione aperto al pubblico e in un diretto dialogo con esso.

Un progetto ideato da Vest and Page sostenuto da un forte contributo curatoriale.

 

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

Franko B, I’m thinking of you 2009, www.veniceperformanceart.org Invite _ www.veniceperformanceart.org

 

Fino al 17 dicembre 2016

Venezia

 Palazzo Mora e Palazzo Michiel

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*