WELTANSCHAUUNG

La rubrica Weltanschauung è dedicata all’intuizione del mondo, alle disquisizioni intorno al modo in cui individui o gruppi sociali considerano l’arte, l’esistenza, e la posizione dell’uomo in tale crogiolo. Weltanschauung è la visione del mondo del singolo artista e della corrente resa palese nell’opera d’arte. L’arte è una forma di comunicazione complessa che esprime molteplici elementi, così tanti da essere veicolo dell’immagine del mondo. Una serie di opere o l’insieme dell’intera produzione di una vita parlano dell’intimità dell’autore e della sua sensibilità; del suo rapporto con la società, quindi di politica; dello scopo del suo lavorare e della sua esistenza, quindi di filosofia; di cosa ritiene bello o piacevole, quindi di gusto; di passioni, ossessioni, speranze, auspici e ancora altro.

ULTIMI ARTICOLI

William Basso: un horror lontano dalla cronaca

Le opere di William Basso sono fatte di quei mostri e fantasmi che ci facevano tenere il lenzuolo sopra la testa anche in piena estate.

Tutto è Arte, Arte è tutto: Cesàr Paternosto e la lezione degli Inca

Il mondo come lo conosciamo, noi figli della modernità, è un mondo fatto di categorie: c’è la nostra società e la società degli altri, l’economia, la finanza, la religione e così via; la lista può allungarsi all’infinito. Viviamo in un mondo diviso in compartimenti quasi stagni che comunicano una volta tanto, come delle isole servite […]

Governo all’Arte – Arte al potere

La fusione del termine latino ars (lungi dal greco τέχνη, téchne) con l’ellenico δῆμος (démos, popolo) ha prodotto il termine, non nuovo, Artecrazia, il quale assurge, in salsa anglosassone, al neologismo Artecracy. Le ragioni di un tale melting pot linguistico verranno espresse da qui innanzi.

ULTIME NOTIZIE