World Press Photo 2019

E’ in corso presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma la 64° edizione del World Press Photo, il prestigioso premio annuale dedicato al fotogiornalismo mondiale, ideato dalla World Press Photo Foundation di Amsterdam.
La mostra, organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con 10b Photography, e promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, raccoglie gli scatti che meglio hanno saputo rappresentare le diverse categorie (sport, natura, attualità, ritratti, reportage), selezionate tra ben 4,783 fotografi provenienti da 129 paesi diversi, per totale di 78,801 immagini scelte da una giuria indipendente presieduta da Whitney C. Johnson, vicepresidente Visuals e Immersive Experiences presso il National Geographic.
In termini di fotogiornalismo e non solo il tema più rilevante dell’anno, quello che ha fatto più discutere, è stato senza dubbio quello dell’immigrazione, specialmente quella che si spinge dal Messico e da alcuni paesi del Sud America verso gli Stati Uniti. La foto dell’anno 2019 è infatti è lo scatto del fotografo John Moore dal titolo Crying Girl on the Border, che ci mostra la reazione disperata della piccola Yanela Sánchez che, partita dall’Honduras con la madre, viene fermata con la madre dalla polizia alla frontiera con gli Stati Uniti nel giugno dello scorso anno; l’immagine, fortemente iconica, commuove e torna a far discutere sulle rigide politiche applicate dal Presidente Donald Trump al fine di porre un freno all’immigrazione clandestina, con procedure molto discutibili riguardanti ad esempio la separazione tra genitori e figli (in molti casi parliamo di bambini di età inferiore ai 6 anni). Anche The Migrant Caravan, Press Photo Story of the Year, tocca lo stesso tema: l’autore, Pieter Ten Hoopen, immortala un gruppo di persone che corre verso un camion che si è fermato per dare loro un passaggio dal Messico agli Stati Uniti.
Immagini, volti, guerre, ritratti, attimi di vita vissuta: sono lo specchio di realtà spesso molto lontane da noi, a volte sconosciute, ma non per questo meno importanti; il World Press Photo si riconferma indispensabile mezzo di conoscenza oltre che fonte di nuovo valore dato al giornalismo di reportage, che vede l’occhio del fotografo spingersi oltre i consueti confini per offrire allo spettatore uno spaccato della vastità del mondo che ci circonda, con le sue atrocità ma anche con la sua grandissima bellezza.

Palazzo delle Esposizioni
Dal 25 aprile al 26 maggio 2019
Via Nazionale, Roma
Domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 20.00
Venerdì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 22.30 – Lunedì chiuso.
www.palazzoesposizioni.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*